Ieri nell’aula consiliare del Decimo Municipio si è sfiorata la rissa. Maggioranza e opposizione, chiamate ad esprimere un parere sul Pua, si scontrano e, tra insulti e urla, l’aula dà il peggio di sé. A far degenerare il dibattito è stato il tentativo della maggioranza di invertire l’ordine dei lavori: discutere il Pua prima dei documenti dell’ultimo consiglio straordinario, come previsto dall’ordine del giorno. Una decisione, che ha fatto infuriare l’opposizione, scatenando un rimpallo di insulti politici.