E’ risultato positivo al tampone l’ingegnere 75enne dell’Eur che lunedì pomeriggio si è presentato all’ospedale Grassi di Ostia con in sintomi del Coronavirus, per poi essere trasferito allo Spallanzani.

A scopo precauzionale, quattro sanitari del nosocomio lidense sono stati messi in quarantena: si tratta di tre operatori del pronto soccorso e di un addetto del reparto radiologia. Intanto, come comunicato ieri sera dal premier Conte, università e scuole di ogni ordine e grado sono state chiuse fino al 15 marzo. Non solo: per effetto del decreto del governo, fino al 3 aprile stop alle manifestazioni di qualsiasi natura, comprese quelle sportive, sia nei luoghi pubblici che privati, qualora non sia possibile rispettare la distanza di sicurezza di un metro tra una persona e l’altra.

Dunque, chiudono anche cinema e teatri e vengono sospese visite guidate e uscite didattiche di qualsiasi tipo. A Pomezia, dove i contagi accertati sono sette, è iniziato l’allestimento della tenda per il pre-triage presso la clinica Sant’Anna. La Asl Roma 6, nel frattempo, ha contattato tutti i compagni di classe dei ragazzi risultati positivi: sono sotto sorveglianza domiciliare e stanno bene.