Ostia, protesta no-lockdown. Stasera si replica

Appuntamento alle 23.00 sotto la scalinata di Regina Pacis
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Ostia, nuova protesta no-lockdown: dopo il corteo di ieri organizzato da Casapound in piazza Anco Marzio contro il nuovo Dpcm del governo Conte, gli organizzatori hanno dato un nuovo appuntamento per questa sera. 

Ostia, protesta no-lockdown. Stasera si replica. Appuntamento sotto la scalinata di Regina Pacis

A Ostia il popolo no-lockdown non si ferma. Ieri pomeriggio in piazza Anco Marzio si è svolto un corteo, organizzato da Casapound, contro il nuovo Dpcm del governo Conte. I partecipanti al sit-in hanno protestato a sostegno di quei settori che ancora una volta si trovano a fare i conti con rigide restrizioni e chiusure. Bandiere alla mano hanno sfilato nel salotto buono di Ostia recitando lo slogan “No al Dpcm”. (leggi qui).

I manifestanti si sono poi intrattenuti fino a tarda sera tra via dei Misenati e la scalinata di Regina Pacis creando qualche assembramento. Alla richiesta degli agenti della Polizia di Stato, presente nel corso della manifestazione, i presenti si sono allontanati senza creare problemi. La Polizia continuerà a seguire e monitorare anche le successive iniziative.

Quello di ieri a quanto pare era solo il primo atto, gli organizzatori hanno infatti annunciato ai commercianti della zona che non si fermeranno e continueranno a protestare. Già questa sera è stato organizzato un nuovo appuntamento sotto la scalinata di Regina Pacis alle 23.00

Ostia, protesta no-lockdown. Stasera si replica 1

 

«Ostia continua la lotta per difendere le proprie attività, i propri impieghi, la propria storia e il futuro dei propri figli, per tutelare e sostenere le categorie più colpite e per rivendicare ancora una volta il nostro attaccamento alle origini – si legge in una nota degli organizzatori –  scenderemo ogni notte finché non cambieranno le cose una volta per tutte. Chiediamo sostegno a tutto il territorio, come voi siamo genitori e figli, imprenditori, artigiani, partite iva, cassaintegrati e disoccupati, ci vogliono far perdere la dignità, ma non ci riusciranno, perché venderemo cara la pelle.»

 

Leggi anche:  Raduno no-lockdown a Ostia. Firmato CasaPound

Raduno no-lockdown a Ostia. Firmato CasaPound

Potrebbero interessarti