Decimo Municipio: il “Controllo di Vicinato” funziona

Funzionano i consigli diramati dall’Associazione nazionale Controllo di Vicinato.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Dopo la terribile rapina ai danni di un’anziana in via delle Zattere, ad Ostia, l’associazione “Controllo di Vicinato” dà alcuni consigli importanti agli abitanti del Decimo Municipio

Funzionano i consigli diramati dall’associazione nazionale Controllo di Vicinato. La terribile rapina messa in atto in Via delle Zattere, ad Ostia, è stata sventata proprio grazie ai vicini di casa dell’anziana che hanno allertato i Carabinieri. Giunti sul posto, infatti, hanno arrestato i malviventi che non hanno avuto il tempo di fuggire. In realtà i furti e le rapine di giorno sembrerebbero in diminuzione. Ovviamente le persone sono sempre in casa e la rete con il vicinato potrebbe sventare ogni colpo. Proprio per questo c’è il rischio che i ladri possano tornare a colpire prevalentemente di notte approfittando delle ore in cui gli abitanti dormono profondamente. Purtroppo ad essere presi di mira in questo periodo sono soprattutto le attività commerciali chiuse a causa dell’emergenza in corso. Solo pochi giorni fa, infatti, ignoti hanno usato una jeep come ariete per sfondare la vetrina di un negozio di telefonia in Via dei Traghetti, ad Ostia

Fare rete e segnalare gli episodi sospetti. Secondo l’associazione “Controllo di Vicinato” è l’unico modo per scongiurare furti e rapine nelle abitazioni.

«Quello di Ostia è stato un esempio perfetto, lampante di quello che noi diciamo da tempo – ha dichiarato Patrizia Meduri coordinatore dell’associazione Controllo di Vicinato Infernetto –  chiamare immediatamente le forze dell’ordine, naturalmente da una posizione di sicurezza e senza mettere a rischio la propria incolumità. Questo da il migliore dei risultati, noi all’interno delle chat stiamo cercando di promuovere anche azioni di solidarietà – ha spiegato – intanto stiamo dicendo se ci sono situazioni di necessità, sopratutto per quanto rigurda persone anziane che hanno bisogno di supporto, di fare attenzione. In questo momento in cui ci sono poche persone in circolazione gli anziani sono persone più vulnerabili, come abbiamo visto nei fatti di Ostia la signora è stata seguita fin dentro casa e aggredita, per questo chiediamo nei limiti del possibile di affiancare queste persone e non lasciarle sole.» Sul caso di Ostia è intervenuto anche Francesco Caccetta Segretario Nazionale UNARMA che ha dichiarato: « Si tratta di una classica rapina come ne son accadute altre in tempi diversi da quelli del Covid-19, il modus operandi è lo stesso che hanno utilizzato i criminali anche in altre occasioni. In questo momento i delinquenti stanno facendo qualcosa di più rispetto a prima perché hanno meno occasioni e forse si concentrano sulle situazioni più remunerative come potrebbe essere una rapina – ha spiegato Caccetta che consiglia di fare molta attenzione sopratutto nelle ore notturne – sarebbe il caso di fare più attenzione la notte e prendere tutte le precauzioni necessarie: la sera chiudere tutte le finestre, chiudere la porta a chiave, chi ha l’allarme lo deve mettere; molto probabilmente i ladri, non potendo fare i furti di giorno, torneranno a farli di notte con anticipo rispetto al periodo che ci aspettavamo.»

Potrebbero interessarti