“Ci siamo”, il Coro di Santa Monica campione di resilienza artistica (VIDEO)

Prova d’artista in streaming per i componenti del Coro di Santa Monica nel concerto delle corali del Lazio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

I cantori del Coro di Santa Monica si distinguono e mostrano le loro qualità in fatto di “resilienza artistica” nell’appuntamento tra le corali del Lazio.

“Ci siamo”, questo il titolo della Giornata della Resilienza corale organizzata dall’ARCL (Associazione Regionale Cori del Lazio), andata “in onda” in streaming sul canale YouTube, ieri mattina domenica 8 novembre, per allietare i fortunati all’ascolto ma soprattutto per riaffermare l’esistenza dei Cori del Lazio, e la volontà di continuare a coltivare in qualsiasi forma e in qualsiasi occasione quei valori umani, culturali, sociali e civili che sono il fondamento del mondo corale amatoriale.

Una mattinata all’insegna del canto, condividendo materiali con chi, si legge nel comunicato di lancio: “avrà il desiderio di seguirci e conoscerci meglio, e per testimoniare la tenacia e la capacità di generare fattori biologici, psicologici e sociali che gli permettano di resistere, adattarsi e rafforzarsi, a fronte di una situazione di rischio, generando un risultato individuale, sociale e morale”, affermazione che coincide con una delle diverse definizioni di “resilienza”.

Abbiamo raccolto le testimonianze fattive di alcuni cori prodotte nel mese di settembre e fino quasi alla fine di ottobre – dichiarano gli organizzatori dell’iniziativa – ma abbiamo anche rivolto la nostra curiosità al mondo dei professionisti (l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia), dei grandi appuntamenti corali (il Concorso di Vittorio Veneto) e in altri autorevoli ambiti, per arricchire la nostra esperienza e trovare conforto e motivazioni dalla constatazione di una condizione “comune” che idealmente ci gratifica e ci responsabilizza. Infine abbiamo sperimentato, anche se in modalità a distanza, l’emozione dell’Open Singing, quel particolare momento di canto comune che solitamente viene realizzato in un grande spazio con migliaia di persone cantano seguendo un coro-guida sul palco”.  Ecco il risultato splendido, (nel video) da lacrime agli occhi come dichiara la scrittrice e corista Rossella Cirigliano (del Coro di Santa Monica di Ostia) diretta dal M° Marcello Cangialosi, che ha vissuto pienamente questa esperienza, condivisa poi con gioia sul suo profilo facebook.

Abbiamo realizzato due video – proseguono gli organizzatori – sui due brani ‘comuni’ fondendo i contributi dei singoli cantori in modo innovativo rispetto al ‘coro-virtuale-mosaico’, ma soprattutto abbiamo invitato tutti i cantori a tenere a portata di mano gli spartiti (If Ye Love Me e Can’t Help Falling in Love) inviati a tutti i cori, per unirsi agli amici che apparivano sullo schermo proprio in funzione di coro-guida.

Hanno preso parte alle  “registrazioni guida” dei due brani: If Ye Love Me, eseguito da Monica Anselmi, soprano; Sara Lombardo, alto; Claudio Licursi, tenore e Giacomo Terenzi, basso e Can’t Help Falling in Love eseguito da un ottetto del Coro Musicanova diretto dal M° Barchi. E il Coro di Santa Monica ha messo a disposizione alcuni dei suoi artisti migliori.

Gli altri appuntamenti con i Cori del Lazio proseguiranno sabato 19 dicembre 2020, alle ore 17:00 a Tor Sapienza con la seconda edizione dello Street Choir Festival in collaborazione con l’Associazione TSIdee di Tor Sapienza, iniziativa a cui stanno aderendo già molti cori, ma è ovvio che la realizzazione o meno della manifestazione è legata all’andamento della situazione sanitaria. “Anche questo ci aiuta conclude ARCL, in un momento di tempo sospeso e pieno di incertezze. Attendiamo fiduciosi.”

redazione@canaledieci.it