Chiusura palestre scolastiche: le società sportive protestano in Campidoglio

“La situazione è drammatica. C’è una totale assenza da parte dell’amministrazione”
palestre scolastiche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

I rappresentanti delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche hanno protestato, in Campidoglio, contro la chiusura delle palestre scolastiche.

Campidoglio: la protesta delle associazioni sportive per la chiusura delle palestre scolastiche

“Lo sport di base sta vivendo con grande preoccupazione la fase della ripartenza, temendo di non poter più garantire un importante contributo in termini didattici, sociali, sportivi e agonistici per i giovani del territorio – ha dichiarato il presidente della Fipav Roma Claudio Martinelli – il precedente del Comune di Fiumicino che ha sottratto le palestre dalla disponibilità pomeridiana sta generando un meccanismo a cascata che mette a repentaglio l’attività di migliaia di tesserati”.

Dopo le numerose lettere inviate a tutti gli organi competenti – continua Martinelli – la Città Metropolitana ha gia interessato i presidi e i club facendo sapere che si consente la ripresa delle attività di quelle realtà che ne facciano espressamente richiesta.

Ma è soltanto un piccolo passo avanti, una goccia in un oceano di problematiche. Il problema è che molti Municipi non hanno ancora dato indicazioni per rientrare nelle palestre scolastiche. La situazione è drammatica. C’è una totale assenza da parte dell’amministrazione”. – ha concluso.

Leggi anche Scuola, a rischio le attività pomeridiane nelle palestre della Capitale

Scuola, a rischio le attività pomeridiane nelle palestre della Capitale