Fiumicino, dal 1 luglio riprendono tutte le attività di riabilitazione presso il centro Rifi

Torna la riabilitazione presso il Centro Riabilitazione Psicomotoria di Fiumicino. L’assessora alle Politiche Sociali Anselmi: “Ripartono le attività presso il Centro Rifi”
fiumicino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Per i cittadini di Fiumicino torna la possibilità di usufruire dei servizi di riabilitazione: dal 1° luglio tutte le attività del Centro di Riabilitazione Psicomotoria di Fiumicino ripartiranno al completo, garantendo le prestazioni fornite alla cittadinanza prima delle limitazioni imposte dall’emergenza Covid-19. “Le attività di riabilitazione riprenderanno, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida indicate dalla Regione Lazio, dal 1 luglio 2020“, assicura l’Assessora alle Politiche sociali del Comune, Anna Maria Anselmi.

Fiumicino, dal 1° luglio riprendono tutte le attività presso il Centro Riabilitazione Psicomotoria (Rifi)

Tornano a disposizione dei cittadini le attività di riabilitazione del Centro RiFi di Fiumicino. “Appena mi è arrivata la richiesta da parte della Consigliera Bonanni e da parte di alcuni cittadini”, spiega l’Assessora alle Politiche sociali Anna Maria Anselmi, “mi sono messa in contatto coi referenti del Rifi, il Centro Riabilitazione Psicomotoria”.

I referenti del Centro, continua Anselmi, “mi hanno assicurato che tutte le attività di riabilitazione riprenderanno nel rispetto dei protocolli dal 1 luglio 2020“.

“Gli stessi referenti – prosegue l’assessora Anselmi – hanno spiegato che svolgevano solamente le attività più urgenti in quanto avevano presentato richiesta alla Asl per la riapertura ordinaria ed erano in attesa dei nulla osta necessari”.

“Mi hanno assicurato inoltre che tutte le attività avverranno nel rispetto delle linee guida indicate dalla Regione Lazio. Pertanto voglio rassicurare tutta la cittadinanza circa la ripresa di tutte le attività del Rifi dal 1 luglio“, sottolinea l’assessora alle Politiche sociali.

“A seguito delle segnalazioni ricevute da parte dei genitori di giovani utenti”, dichiara la consigliera comunale Barbara Bonanni, “relativamente alla sospensione e alla ripresa delle attività, ordinarie e straordinarie, del Centro Riabilitazione Psicomotoria, Rifi, ho immediatamente informato l’Assessora alle Politiche Sociali Anselmi”.

Era necessario, sottolinea la consigliera comunale, “che si stabilisse un contatto coi responsabili del centro, chiedendo spiegazioni ed aggiornamenti sulle attività sospese durante il periodo di lockdown e sulla loro ripresa”.

“E’ essenziale – aggiunge – che attività di questo tipo che riguardano moltissimi ragazzi del nostro territorio non vengano limitate e continuino, nel rispetto delle normative vigenti in termini di sicurezza. Ogni giorno di riabilitazione in meno incide fortemente sul percorso personale. Ringrazio l’Assessora per l’immediato interessamento e per la risoluzione dello stesso”, conclude la consigliera Bonanni.

Ti potrebbe interessare anche: Fiumicino, Montino: “Contagi ancora circoscritti quasi esclusivamente allo staff del Locale”

Fiumicino, Montino: “Contagi ancora circoscritti quasi esclusivamente allo staff del Locale”