Scoperto allevamento lager con 110 cani Husky in un villino nei dintorni di Roma

Carabinieri salvano 110 cani in stato di abbandono in un allevamento lager a Ponzano Romano. Denunciato per maltrattamenti il proprietario

Era nella campagna di Ponzano Romano, il villino “fortificato” degli orrori per 110 cani di razza Husky allevati abusivamente e in condizioni di totale abbandono. I Carabinieri che lo hanno scoperto, al termine di una attività di controllo del rispetto delle normative sulla tutela ambientale e degli animali, sono riusciti a portare in salvo tutti gli esemplari trovati vivi, nonostante i maltrattamenti subiti e la vergognosa incuria di chi li gestiva che è stato denunciato.

Salvati dai Carabinieri 110 cani in stato di abbandono in un allevamento lager

I lamenti degli animali che si udivano nelle vicinanze, avevano già messo in allarme i Carabinieri di Ponzano, sulla possibile esistenza di quell’attività illecita di allevamento di cani, ma un’esposto di un’ associazione per la protezione ambientale ed animale di Roma giunto di recente, non aveva lasciato più dubbi sull’uso fatto dal proprietario di quell’abitazione in piena campagna.

E così, i Carabinieri della locale Stazione, insieme ai militari della Forestale di Sant’Oreste, specializzati nella tutela ambientale e animale, ed al personale della locale ASL, hanno effettuato il controllo con decreto di perquisizione, accertando la terribile situazione ipotizzata.  All’esterno della villa erano presenti 16 recinti di dimensioni ridottissime, che contenevano imprigionati, e non si capisce come, 82 esemplari di Husky, senz’acqua ne cibo da giorni.

Scoperto allevamento lager con 110 cani Husky in un villino nei dintorni di Roma 1

Ma quanto scoperto all’interno dell’abitazione nella perquisizione richiesta e ottenuta dal Tribunale di Rieti, è stato anche peggio, la carcassa di un cane ormai deceduto da giorni, che nessuno si era curato di rimuovere, a conferma della disumanità con cui veniva gestita la struttura, e altri 29 poveri cani ristretti in anguste gabbie “trasportino”, tra escrementi, mancanza di acqua e cibo, tutte condizioni talmente gravi ed inaccettabili che hanno indotto i militari a porre sotto sequestro l’intero immobile ed affidare in custodia i 110 esemplari di Husky.

Scoperto allevamento lager con 110 cani Husky in un villino nei dintorni di Roma 2

Scattata la denuncia per il titolare del lager alla Procura della Repubblica di Rieti per “maltrattamento di animali” e “ detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura”. L’ipotesi di reato è “rubricata” dalla Procura come “aggravata” dall’aver ritrovato un cane privo di vita. La carcassa dell’animale è stata traslata all’istituto di zooprofilassi, per accertamenti sulle cause effettive del decesso, e anche per scongiurare eventuali diffusioni di gravi malattie tra i cani tratti in salvo.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Da oggi cani bagnino sulle spiagge di Ostia, Anzio e Nettuno