E’ stato inaugurato il nuovo anno accademico dell‘Università delle tre età di Ostia Antica. La cerimonia si è svolta nella sala Riario, attigua al castello Giulio II. Tema della giornata: “Il manto verde della terra per la tutela della vita”. Nel corso della tavola rotonda, sono intervenuti esperti, docenti e alunni delle scuole ostiensi, che hanno condotto ricerche sulla biodiversità dell’oasi naturalistica che sorge a poca distanza dall’istituto comprensivo “Fanelli-Marini”. “quest’area ci ospita da sedici anni – dichiara in una nota l’università – significa che nonni, zii, nipoti, padri e figli, che studiano sugli stessi banchi, a orari diversi, si sono impegnati per recuperare e valorizzare l’oasi di via delle saline. Si è così messa in atto una delle nostre finalità principali: la solidarietà intergenerazionale, che si e’ tradotta in una cooperazione per la salvaguardia del territorio. Si tratta di un nuovo sguardo sul mondo, che, per sopravvivere, ha bisogno di leggi, di nuovi stili di vita e di testimonianze positive da parte di tutti, grandi e piccoli, anziani e giovani. I nostri associati sono un’importante testimonianza della rivoluzione ecologica necessaria per la sopravvivenza della terra” conclude la nota di Unitre. L’incontro si e’ concluso con un messaggio inaugurale del presidente nazionale, Gustavo Cuccini e con l’esecuzione dell’inno di Mameli a cura del coro “Montisci” e della mezzosoprano Maria Pia Nobile.