“Costruire case a Santa Palomba è una follia che contrasteremo con forza”. Lo ha dichiarato il presidente di Legambiente Lazio Roberto Scacchi a margine di un incontro in Regione organizzato per protestare contro il progetto per le periferie del Campidoglio. Erano presenti anche sindaci dei comuni limitrofi, associazioni del territorio e alcuni consiglieri della pisana: “La sindaca parla di un piano esemplare di rigenerazione – prosegue Scacchi – ma qui c’è solo suolo che lascerà spazio a nuovo cemento, in barba ai mutamenti climatici e al rischio idrogeologico. Si trasformerà un’area verde in una grigia, dove non ci sono mezzi pubblici, la linea ferroviaria non è efficace e le strade sono intasate. Nello specifico il progetto prevede l’edificazione di 1000 appartamenti in palazzi che ospiteranno oltre quattromila persone. Chiediamo che Roma Capitale abbandoni questa iniziativa e percorreremo ogni strada possibile per fermarla insieme ad associazioni e comitati. Durante l’incontro – ha concluso il presidente di Legambiente – abbiamo ricordato che a Roma il consumo del suolo nel 2018 ha battuto ogni record con 75 ettari consumati, peggior dato in Italia”.