Variante coronavirus, stop ai voli tra Italia e Gran Bretagna

Il ministro degli Esteri annuncia il blocco dei voli con la Bretagna dove si registra una variante del coronavirus

A causa della nuova variante del coronavirus l’Italia sospende i voli con il Regno Unito. Motivo: “in seguito all’allarme per la nuova variante di coronavirus riscontrata nel Paese“, anticipa il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. «Il Regno Unito ha lanciato l’allarme su una nuova forma di Covid che sarebbe il risultato di una mutazione del virus. Come Governo abbiamo il dovere di proteggere gli italiani, per questa ragione, dopo aver avvisato il Governo inglese, con il Ministero della Salute stiamo per firmare il provvedimento per sospendere i voli con la Gran Bretagna. La nostra priorità è tutelare l’Italia e i nostri connazionali».

Com’è noto il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, ha pubblicamente ammesso che la nuova variante del Covid in Inghilterra in questo momento è «fuori controllo» e per questo il governo ha dovuto agire «rapidamente e con decisione» con il lockdown duro per Natale.

In un’intervista a Sky, il ministro inglese ha detto che il nuovo ceppo del virus non provoca una malattia più grave ma si trasmette molto più rapidamente. «È una malattia potenzialmente mortale e dobbiamo controllarla, cosa che è molto più difficile con questa nuova variante», ha detto affermando che «tutti, in particolare le persone che vivono nelle regioni con il livello 4, si devono comportare come se avessero il virus». «Questo è l’unico modo in cui possiamo recuperare il controllo», ha concluso. Riguardo poi al vaccino, ha detto che secondo i dati di ieri sera alle 20.00 erano state vaccinate 350mila persone: «andremo avanti ma ci aspettano mesi difficili», ha affermato.

Da questa nota e dalla comunicazione che l’OMS segue con attenzione l’evoluzione della vicenda, la decisione di molti Paesi di sospensione i voli da e per la Gran Bretagna.

Il divieto di volo tra Italia e Gran Bretagna è scattato alle 18.30 di oggi domenica 20 dicembre. In applicazione dell’Ordinanza del Ministro della Salute del 20 dicembre 2020, l’Enac, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, ha emesso un Notam (Notice to Airmen) con cui dispone l’interdizione del traffico aereo dal Regno Unito (Gran Bretagna e Irlanda del nord), a partire da oggi e fino al 6 gennaio 2021. Sono esclusi dal provvedimento i voli cargo e i voli di emergenza sanitaria. L’Enac invita i passeggeri con voli prenotati da e per queste destinazioni a contattare la propria compagnia aerea.

LA RACCOMANDAZIONE DELL’OMS

Oms Europa chiede ai Paesi di “rafforzare i controlli» dopo la scoperta in Gran Bretagna di una nuova variante del Covid-19, che si diffonderebbe più velocemente”. L’Oms inoltre raccomanda ai suoi membri di «aumentare la capacità di sequenziamento» del virus per capirne di più sui rischi posti dalla variante, ha detto un portavoce dell’organismo.

VACCINO EFFICACE ANCHE SULLA VARIANTE?

La domanda che in queste ore rimbalza in tutto il mondo è: i vaccini che si stanno per iniettare sono efficaci anche su questa variante? «Darei un invito alla calma. È chiaro che questa questione va meglio definita. Non abbiamo ancora una pubblicazione scientifica, abbiamo sintetici rapporti ma saremmo di fronte a variante che non è più cattiva di quelle che già circolano, ha forse una maggior capacità più diffusiva tanto è vero che si sta affermando in Gran Bretagna». È la risposta di Massimo Galli, infettivologo e primario dell’ospedale Sacco di Milano e docente all’università Statale del capoluogo lombardo all’Aria di domenica su La7, parlando della nuova variante del coronavirus rilevata nel Regno Unito. La nuova variante, «forse è in grado di essere più aggressiva delle altre varianti circolanti – ha spiegato Galli – Si parla di prime osservazioni di questa variante, le prime sequenze datate risalgono al 20 e al 21 settembre. D’accordo, stiamo attenti ma temo sia verosimile che Oltremanica ne sia passata un bel po’. Si muore di più? Solo se ci ostiniamo a non stare attenti a questo virus, a prescindere dalla variante».

In un flash d’agenzia il ministro alla Salute, Roberto Speranza, sentenzia: “la nuova variante è più veloce nel contagio, i vaccini possono funzionare“.

CONTROLLI IMMEDIATI

Poco prima delle 19.00 semopre di domenica 20, quando ormai i voli tra Italia e UK sono interdetti, l’assessorato regionale alla Salute ha diramato il seguente comunicato: “sono in corso le procedure di controllo di due voli all’Aeroporto di Fiumicino, il primo proveniente da Heathrow con 111 passeggeri ed il secondo da Bristol con 107 passeggeri a bordo“.

A Roma primo caso di variante inglese del coronavirus