Dietrofront di Asl e Regione sul centro Covid con 14 posti letto all’interno del Cpo di Ostia. Dopo le proteste, il presidio verrà allestito in un albergo sulla Via Laurentina, dove saranno isolate le persone affette da coronavirus.

“La scelta dell’azienda sanitaria locale di concerto con l’assessorato alla sanità della pisana non e’ stata condivisa fin dal primo momento – ha dichiarato il presidente dell’associazione Mielolesi di Ostia Anacleto Loffredo che prosegue – in questi reparti ci sono pazienti immunodepressi. Abbiamo inviato anche una mail all’Oms per spiegare che non c’erano i presupposti. Una battaglia che abbiamo vinto”, ha concluso Loffredo.

Soddisfatta anche la consigliera regionale di Fratelli D’Italia Chiara Colosimo che ha affermato: “Dopo la nostra denuncia, l’assessorato alla Sanità ha deciso di sistemare i possibili contagiati in un’altra struttura. Una scelta di buon senso che rende giustizia e soprattutto tranquillizza le famiglie dei disabili. Continueremo a vigilare che non ci siano colpi di coda e che la salute dei più fragili venga sempre tutelata”, ha concluso Colosimo.