Ostia, pronto soccorso del “Grassi” saturo: ambulanze bloccate (VIDEO)

Cinque ambulanze con i pazienti a bordo bloccate dalla notte davanti al pronto soccorso dell’ospedale di Ostia ormai saturo di malati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Cinque ambulanze ferme con i pazienti a bordo in attesa di essere sistemati su un letto. Il pronto soccorso del “Grassi” di Ostia, come quello di molti altri ospedali di Roma, è saturo. E i medici, a corto di posti letto dove ricoverare i pazienti, preferiscono tenerli a bordo dei mezzi di soccorso per evitare il rischio di essere infettati dal covid-19.

E’ successo nella notte ciò che stiamo scrivendo da giorni (leggi qui). Tra martedì 3 a mercoledì 4 novembre cinque ambulanze sono rimaste parcheggiate davanti al pronto soccorso con i pazienti a bordo in attesa di un ricovero. Le aree di degenza, in particolare quelle temporanee per i malati covid-19, sono sature. E non si sa dove sistemare i nuovi arrivi.

E’ evidente che in queste condizioni, a causa della indisponibilità dei mezzi di soccorso, sono a rischio le operazioni di assistenza nei casi di estrema urgenza, come gli infarti, gli ictus e gli incidenti traumatici.

In particolare il “Grassi” oggi conta già 53 pazienti covid-19 e i trasferimenti nei covid hospital procedono con il contagocce (leggi qui). Si attende l’applicazione dell’ordinanza alla firma dell’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato,  che prevede che per quasi tutti gli ospedali del Lazio la metà circa dei loro posti letto verrà dedicata ai ricoveri covid-19. Una scelta ad alto rischio che paventa l’alta possibilità della promiscuità tra percorsi “sporchi”, ovvero con pazienti covid-19 o sospetti covid, e “puliti”, ovvero con malati non infettati.

Per il Grassi i posti che verranno riservati dovrebbero essere circa 60. Saranno ricavati nei reparti di Medicina, di Ginecologia, di Pediatria, di Chirurgia e di Cardiologia, reparti che continueranno a funzionare a regime ridotto.

redazione@canaledieci.it

Covid-19, ambulanze bloccate e rianimatori in allerta

Potrebbero interessarti