Ostia, lotta agli allagamenti: arriva mezzo milione di euro dopo un anno d’attesa

Solo adesso la gara d’appalto di un progetto datato novembre 2019 per la pulizia dei pozzetti assorbenti e impedire gli allagamenti delle strade
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Ci ha messo un anno per trasformarsi da progetto di fattibilità a gara d’appalto. La lotta agli allagamenti stradali, per la quale a novembre del 2019 è stato fissato lo stanziamento di mezzo milione di euro, diventa una prospettiva concreta.

E’ stato lanciato il bando per la gara d’appalto relativo a “Lavori di pulizia e potenziamento dei sistemi di drenaggio delle acque meteoriche ad Ostia. Municipio Roma X. Con una base d’asta di 500mila euro, l’appalto verrà assegnato mediante procedura negoziata con il criterio del minor prezzo. I lavori verranno attribuiti ad una sola ditta, evitando lo “spezzatino” tra più imprese appaltatrici: ciò “consente – spiega il provvedimento – di armonizzare e coordinare al meglio le azioni, garantendone l’efficienza e l’efficacia complessiva a salvaguardia dell’unitarietà dell’appalto stesso”. Magari, c’è da osservare, con più ditte impegnate contemporaneamente, i lavori sarebbero finiti prima.

A parte il ritardo nella pubblicazione dell’atto (la determina è firmata 7 ottobre e la pubblicazione è del 28), le lungaggini burocratiche si sono manifestate nel passaggio tra volontà politica e concreti atti amministrativi. La Giunta Municipale del X, Infatti, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica e delle alternative progettuali il 22 novembre dello scorso anno. Un mese è passato affinchè, il 23 dicembre, l’Assemblea Capitolina inserisse l’opera nel Piano investimenti 2020.

Ci sono voluti, poi, sei mesi affinchè venisse nominato il responsabile del procedimento e costituito il gruppo di progettazione in seno all’Ufficio Tecnico del X Municipio: era il 30 giugno di quest’anno. Il 28 luglio, quindi ancora un mese d’attesa, la Giunta Municipale ha approvato il progetto esecutivo ed il relativo quadro economico. Ed è trascorso un altro mese (20 agosto) per la trasmissione alla Ragioneria Generale della documentazione necessaria per l’accensione del mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti.

Il 29 settembre, finalmente, la comunicazione di perfezionamento del mutuo. Può partire la gara d’appalto. E si spera che i lavori (lockdown permettendo) possano partire prima della fine dell’anno, come impone l’impegno di spesa del Piano Finanziamenti 2020.