Mercati all’aperto: difficile mantenere il distanziamento

Dopo gli assembramenti al mercato di Porta Portese, domenica scorsa, siamo andati a vedere quali sono le condizioni e quanta folla c’è tra i banchi dei mercati rionali di Ostia
mercati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Mercati a rischio assembramenti: in molti siamo rimasti stupiti delle immagini della folla a Porta Portese, domenica scorsa. Con le dovute proporzioni, si fa fatica a far rispettare le distanze anche nei mercati di Ostia. Vediamo cosa succede in quello di viale Desiderato Pietri: il servizio di Mara Azzarelli

Mercati rionali, ancora aperti ma il rischio assembramenti è dietro l’angolo. La situazione a Ostia

Ormai è chiaro a tutti: mantenere le distanze è la precauzione principale contro il virus, insieme alla mascherina.

Non in tutti luoghi però questo è possibile: in particolare nei mercati rionali, dove molti operatori si dicono in difficoltà per un’incombenza, imporre il rispetto delle regole, che senza l’aiuto delle forze dell’ordine e in assenza di buon senso dei clienti, non sempre è possibile mettere in pratica.

Fra i banchi, specialmente in quelli dove si vendono pezzi d’abbigliamento a pochi euro, le distanze non vengono sempre garantite. Alcuni operatori dicono di provarci, ma di non riuscirci sempre al meglio. Rimane poi l’incognita di quanto pericoloso sia maneggiare i tessuti con tanta facilità, senza igienizzazioni sui capi: cosa che anche nei negozi ormai fanno solo i più attenti.

Proprio in questi giorni l’assessore al commercio del X Municipio, Damiano Pichi, sta facendo una serie di cambiamenti utili a recuperare spazi all’interno dei singoli mercati. In quello di via della Vittoria, ad esempio, è stato allargato lo spazio dedicato ai pedoni. Gli abusivi, però, non ne vogliono sapere di lasciar liberi i marciapiedi, come denunciano molti operatori.

 

redazione@canaledieci.it

Leggi anche: Axa, un “Grande fratello” per la sicurezza dei residenti

Axa, un “Grande fratello” per la sicurezza dei residenti

Potrebbero interessarti