Mare d’inverno a Ostia, cancelli chiusi: accesso solo dai varchi. Ecco dove sono

Pubblicata con oltre un mese di ritardo l’ordinanza balneare invernale. Obbligo di chiudere i cancelli degli stabilimenti. La mappa dei varchi per andare sulla spiaggia
coronavirus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Cancelli chiusi, il mare d’inverno si raggiunge solo da varchi e spiagge libere. Arriva con oltre un mese di ritardo l’ordinanza balneare invernale firmata dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi. E’ un’ordinanza condizionata dalle norme covid anti-assembramento e per questo diversa da quelle varate finora in tutti i comuni costieri.

Preparata dal X Municipio il 7 ottobre ma autorizzata dal Segretariato generale solo l’11 novembre (la stagione estiva si è conclusa il 30 settembre), è stata pubblicata sull’Albo Pretorio del Comune di Roma l’ordinanza sindacale 221/2020 con la quale si disciplina con norme e disposizioni la stagione invernale 2020/21 sul litorale romano. L’obiettivo dichiarati sin dalle prime righe è quello di “destagionalizzare l’offerta turistica lungo il litorale marittimo di Roma Capitale” ma, ovviamente, questi propositi devono fare i conti con la particolare stagione pandemica che si sta vivendo sul pianeta. E quindi anche a Ostia.

Per questo motivo, balza subito agli occhi il contenuto dell’art. 6.1Obblighi dei concessionari” nel quale viene specificato che “i concessionari devono chiudere i cancelli d’ingresso al termine delle attività (di ristorazione per chi ne è autorizzato o di iniziative preventivamente autorizzate n.d.r.), al fine di contrastare, durante il periodo di emergenza da covid-19, possibili assembramenti non controllati in orario notturno”.

Le attività invernali di carattere elioterapico devono essere comunicate al X Municipio; il resto delle iniziative negli stabilimenti (ludiche, culturali sportive e ricreative) invece devono essere preventivamente autorizzate. Negli stabilimenti che effettuano attività, dunque, durante quell’orario “l’accesso alla battigia è altresì libero e gratuito” (art. 7.3).

Va da sè che la maggior parte degli impianti balneari di Ostia non resta aperta d’inverno con il ristorante o per altro genere di attività. Quindi i cancelli in tutti gli altri stabilimenti vanno chiusi.

Mare d’inverno a Ostia, cancelli chiusi: accesso solo dai varchi. Ecco dove sono 1

Ecco, dunque, che trovando chiusi i cancelli degli stabilimenti non operativi per ristorazione o altro, per raggiungere la spiaggia ci sono solo due modalità: l’accesso attraverso le spiagge libere oppure mediante i varchi. L’elenco dei varchi per il libero accesso sugli arenili è il seguente:

  • Adiacenza Pontile, lato stabilimento Elmi
  • Adiacenza Pontile, lato stabilimentro Battistini
  • Lungomare Paolo Toscanelli 32 (stab. Marechiaro)
  • Lungomare Amerigo Vespucci 46 (stab. Zenith)
  • Lungomare Amerigo Vespucci 120 (sta. La Vela)
  • Lungomare Amerigo Vespucci 170 (tra Gabbiano e ex Isola Fiorita)
  • Lungomare Lutazio Catulo 14 (stab. Cotral Metro)
  • Lungomare Lutazio Catulo (stab Vecchia Pineta)
  • Lungomare Lutazio Catulo 26 (stab. Ex Arca).

Prescindendo dal fatto che riteniamo errato l’indirizzo dell’ultimo varco, che in realtà affaccia su piazzale Amerigo Vespucci, i varchi che si trovano negli stabilimenti balneari Marechiaro, Zenith, La Vela, Cotral Metro e Vecchia Pineta, devono essere segnalati con cartello affisso a cura del concessionario dell’impianto.

Fa sorridere l’art.9 sulle “Disposizioni e prescrizioni di ordine generale” nel quale al comma 1 è fatto divieto di “campeggiare, bivaccare, effettuare insediamenti occasionali ovvero occupare con tende o altri mezzi gli spazi resi accessibili”. Riuscirà l’amministrazione finalmente a rispettare questa prescrizione, visto che continui attendamenti si registrano sulla spiaggia davanti all’ex Ufficio Tecnico, in piazzale Magellano e in Belvedere Carosio?

CANI SI’ MA SOLO AL GUINZAGLIO

L’ordinanza balneare invernale acconsente di condurre animali da compagnia sulle spiagge nel periodo invernale (art. 9.2). Si specifica però che questo può verificarsi solo “mantenendo i cani di grossa taglia e particolarmente aggressivi legati al guinzaglio e con la museruola”.

redazione@canaledieci.it

Potrebbero interessarti