Tragedia a Ostia, operaio cade da un’impalcatura e muore

Ancora una vittima di incidenti sul lavoro: un muratore è caduto dal terzo piano di una palazzina in ristrutturazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Tragedia a Ostia: un operaio è morto nel pomeriggio di oggi cadendo da un ponteggio mentre lavorava alla ristrutturazione di un palazzo, in via Umberto Grosso. Si tratta di Carlo Picchereddu, di 59 anni. In lacrime il capocantiere.

Incidente mortale sul lavoro: vittima un operaio di 59 anni

E’ accaduto poco prima delle 17, a via Umberto Grosso all’altezza del civico 34: un operaio di 59 anni, Carlo Picchereddu, di origini sarde ma residente poco distante a via Antonio Forni, è caduto dall’impalcatura di un edificio in fase di ristrutturazione. L’uomo è volato dal terzo piano, inutili purtroppo i soccorsi.

La caduta è avvenuta dal ponteggio di una palazzina in ristrutturazione. Si tratta dell’ennesima vittima che si aggiunge a un lungo elenco di morti sul lavoro, che in Italia conta ogni anno centinaia di lutti.

Operaio

A causare il terribile incidente mortale sarebbe stato, a quanto si apprende, il cedimento di una sponda delle impalcature. Si attende ora l’arrivo del magistrato, la salma è attualmente all’interno di un giardino privato, sul luogo dove è caduto.

Operaio

Le forze dell’Ordine non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Ora gli agenti hanno transennato l’area, in attesa dell’arrivo del pubblico ministero.

Nella foto qui sotto il punto esatto da cui Picchereddu è caduto: evidente il cedimento della sponda del ponteggio.

Operaio