Stati Uniti, agente spara a un afroamericano disarmato: 7 colpi alle spalle

Negli Usa si riaccendono le proteste per un caso simile a quello di George Floyd. Un poliziotto ha sparato contro un giovane nero inoffensivo: 7 colpi alle spalle, davanti ai figli
stati uniti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Proteste e manifestazioni negli Stati Uniti. Jacob Blake, giovane padre di famiglia afroamericano, lotta tra la vita e la morte: a Kenosha, nel Wisconsin, un agente gli ha sparato 7 colpi di pistola a bruciapelo e alle spalle, nonostante fosse disarmato e inoffensivo. Come si vede dal video girato da un testimone, che ha registrato il momento degli spari, il tutto avviene davanti ai figli del ragazzo, che urlano sconvolti.

Guarda il video (immagini non adatte a un pubblico sensibile):

video

Stati Uniti, agente spara 7 colpi alle spalle di un afroamericano disarmato

Negli Stati Uniti si riaccende la rivolta dei neri afroamericani: il caso ricorda da vicino l’assassinio di George Floyd, ucciso dai poliziotti bianchi con un ginocchio sul collo, mentre chiedeva aiuto.

Jacob Blake, 29 anni, è stato colpito alla schiena da 7 proiettili: un agente gli ha sparato mentre entrava in macchina, dove c’erano i suoi figli. Il fatto è avvenuto domenica a Kenosha, città del Wisconsin, nel profondo midwest.

stati uniti

Il giovane afroamericano è rimasto paralizzato dalla vita in giù, denuncia il padre, Jacob Blake Senior. Il figlio, racconta, ha “sette buchi” nel corpo. “Cosa giustifica tutti questi spari? – chiede – Cosa giustifica averlo fatto davanti ai miei nipoti?”.

Questa notte migliaia di persone hanno manifestato in tutto il Wisconsin e in molte città degli Stati Uniti. A Kenosha, la città teatro del misfatto, le proteste sono state imponenti. Quando alle 20 è scattato il coprifuoco imposto dalle autorità dello Stato la polizia ha schierato agenti in tenuta antisommossa di fronte alla sede del tribunale.

I manifestanti hanno deciso di rimanere in corteo, e gli agenti hanno usato i lacrimogeni: i dimostranti hanno risposto lanciando petardi, distruggendo vetrine e appiccando fuochi in diverse zone della città. Il dipartimento di Giustizia del Wisconsin ha sospeso i due agenti dal servizio e ha avviato un’indagine.

Leggi anche: Navalny, scoperte tracce di veleno nel sangue dell’oppositore di Putin

Navalny, scoperte tracce di veleno nel sangue dell’oppositore di Putin

Potrebbero interessarti