Ladispoli: ecco le date della Sagra del Carciofo 2020

La giunta comunale ha confermato le date della 70esima sagra del carciofo romanesco, che si terrà dal 17 al 19 aprile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

E’ tutto pronto per la Sagra del Carciofo 2020 di Ladispoli. La giunta comunale ha confermato le date della 70esima sagra del carciofo romanesco, che si terrà dal 17 al 19 aprile. Ufficializzate le date, ora lo sguardo va tutto al programma che quest’anno vedrà la partecipazione di oltre 200 espositori, ma anche tanti operatori commerciali, associazioni e artisti.

Sagra del carciofo 2020, date e programma

E’ stato indetto l’avviso pubblico per l’assegnazione e il rilascio di concessione d’uso temporaneo dei posteggi disponibili nell’ambito della manifestazione: oltre 200 espositori avranno la possibilità di mostrare e vendere i propri prodotti alla fiera che, come negli anni precedenti, si snoderà lungo Viale Italia, Via Ancona e Via Odescalchi, fino a piazza dei caduti. Entro il 19 febbraio, possono presentare richiesta di un posto operatori commerciali, espositori, produttori agricoli, associazioni e artisti. La sagra del carciofo di Ladispoli si conferma un appuntamento imperdibile: nonostante i capricci del tempo, anche la scorsa edizione è stata un grande successo, con migliaia di visitatori che hanno affollato le strade, festose e colorate. Grazie all’impegno della proloco e degli agricoltori, che oltre a proporre prodotti di altissima qualità, hanno anche dato vita allo spettacolare concorso delle sculture di carciofi in piazza Rossellini.

Sagra del Carciofo di Ladispoli, i numeri della passata edizione

Che piova o no, la sagra del carciofo a Ladispoli non tradisce le attese. Il maltempo non ha fermato le migliaia di persone giunte dalla Regione per assistere arrivata alla 69ma edizione.

Nonostante la pioggia, la Sagra del Carciofo non tradisce le attese

Il carciofo che ritorna sulle tavole delle famiglie, dopo la brusca frenata dello scorso anno per la gelata, ha ricevuto ottimi risultati nella raccolta. Le misure adottate dal Comune hanno permesso di valorizzare prodotti locali e allontanare gli abusivi. Le sculture molto apprezzate hanno riscosso grande successo, così come gli spettacoli, la piazza dei sapori e i carciofi cucinati in tutte le salse. C’è anche un angolo dedicato alla solidarietà per Marco e Francesco, affetti dalla malattia di Batten. Sono stati raccolti oltre 10mila euro.

Le novità contro l’abusivismo commerciale

“La novità di quest’anno – spiega l’assessore comunale alla attività produttive, Francesca Lazzeri – è lo spostamento dei coltivatori diretti dal mercato giornaliero di Via Ancona, Via Odescalchi alla rotatoria nei pressi di Piazzale dei Marinai D’Italia. Questa è stata una scelta che abbiamo voluto fare per contrastare l’abusivismo commerciale che purtroppo colpisce ogni anno la sagra”.

Spazzati via gli incubi dello scorso inverno

“La produzione è andata molto meglio rispetto alla passata edizione. – fa sapere il sindaco Alessandro Grando – Ricorderete la nevicata che ha danneggiato pesantemente tutte le colture, invece quest’anno il risultato è nettamente migliore e lo abbiamo potuto assaggiare direttamente in questi giorni”.

Potrebbero interessarti