Isola Sacra, lite al parcheggio: grave un uomo di 40 anni

Aggressione in un parcheggio delle case popolari dopo un lieve incidente: 40enne in prognosi riservata per un colpo alla testa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Un uomo di 40 anni è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San Camillo di Roma per le conseguenze di una lite avvenuta nel pomeriggio nei pressi delle case popolari dell’Isola Sacra. Sulla vicenda indagano i carabinieri per accertare eventuali responsabilità.

Secondo una prima ricostruzione tutto sarebbe iniziato intorno alle ore 16,30 in via Tago. L’uomo finito in ospedale, facendo manovra con la sua vettura, avrebbe urtato una minicar che era in sosta. Il minorenne proprietario della minicar, che aveva assistito al sinistro, avrebbe affrontato il 40enne intenzionato a fare il CID assicurativo.

La discussione sarebbe però degenerata e i due sarebbero venuti alle mani. Una testimone avrebbe riferito ai carabinieri intervenuti successivamente, che allo scontro fisico si sarebbero aggiunti amici del minorenne. Fatto è che, una volta colpito, il 40enne è stramazzato al suolo.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza Ares 118 e i soccorritori, constatate le gravi condizioni del ferito, hanno richiesto l’invio dell’eliambulanza che ha trasportato il ferito al San Camillo. La prognosi sarebbe riservata in conseguenza di un serio trauma cranico.

I carabinieri hanno raccolto diverse testimonianze e identificati diversi giovani, tra i quali alcuni anche minorenni.

Sull’episodio va registrato il commento del sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. “Quello che è accaduto oggi pomeriggio a Isola sacra – dichiara Montino – è molto grave. Non è la prima volta che a Fiumicino capitano episodi di questo genere. Il fenomeno va immediatamente circoscritto. E’ urgente dare una risposta immediata in termini di sicurezza: ringrazio le Forze dell’ordine che ogni giorno presidiano il nostro vasto territorio, ma serve rafforzarle perché si stronchino sul nascere fenomeni che potrebbe presto degenerare”.

Potrebbero interessarti