Al termine di un ampio dibattito e dopo una sospensione dei lavori per consentire la convergenza su un testo unico, il consiglio regionale ha espresso la sua contrarietà alla discarica di Monte Carnevale, già oggetto di veementi proteste da parte degli abitanti della Valle Galeria. Spaccatura in seno al Movimento Cinque Stelle con Marco Cacciatore da una parte che chiedeva un “No” ancora più netto e la collega Francesca De Vito dall’altra che non ha preso parte al voto dopo aver dichiarato che “la mozione danneggia Roma”. La consigliera del Pd Michela Califano spiega così l’approvazione del documento: “Quello è un territorio che ha già pagato dazio con la presenza di Malagrotta. La mozione, infatti, impegna anche la giunta ad avviare tempestivamente gli interventi per la riqualificazione della Valle Galeria”. E se la sindaca Raggi comunque ribadisce di voler andare avanti con decisione, nel caso il Campidoglio dovesse revocare il sito di Monte Carnevale senza sostituirlo con un altro, la Regione intende promuovere la futura individuazione di più discariche di minori dimensioni su Roma, evitando però cave dismesse e impianti esistenti.