Nei prossimi giorni le temperature sono destinate a calare e il freddo ad Ostia comincia a far paura. Nel Decimo Municipio il piano per affrontare l’emergenza è stato approvato lo scorso ottobre, con una previsione di inizio per il 20 dicembre 2019, ma è ancora tutto fermo e purtroppo è già stata registrata la prima vittima per ipotermia. Si chiamava Olga, era di origine Ucraina e aveva 61 anni. E’ morta sola per strada qualche giorno fa. Intanto l’associazione culturale, “La Casa Clandestina”, in attesa che le istituzioni si organizzino, ha aperto le sue porte. Tutti i senza dimora e le persone in condizioni di disagio, potranno passare la notte al coperto, in compagnia, giocando a biliardino, ascoltando musica e bevendo tè caldo.