Ostia: la Comunità di Sant’Egidio ha organizzato la veglia “Morire di Speranza”

In occasione della Giornata mondiale del rifugiato, la Comunità di Sant’Egidio ha organizzato una veglia per ricordare i morti nelle rotte verso l’Europa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

In occasione della Giornata mondiale del rifugiato, la Comunità di Sant’Egidio ha organizzato la veglia “Morire di Speranza”. Momento di preghiera nella parrocchia Regina Pacis.

«Questa idea è nata tanti anni fa  dalla sofferenza nel vedere tante persone che muoiono nei viaggi pericolosi seguendo il sogno di avere una vita migliore – ha spiegato Maria Quinto della Comunità di Sant’Egidio di Ostia – tanti di loro muoiono, purtroppo. Vogliamo ricordarli.»

«Sappiamo che questa dei migranti è una delle grandi emergenze umanitarie – ha aggiunto Monsignor Gianrico Ruzza Vescovo Ausiliario di Roma – pregare perché nessuno si dimentichi della sofferenza di tante sorelle e tanti fratelli scomparsi. Vogliamo ricordare a tutti che l’umanità chiede di essere solidale.»

 

Leggi anche: Ostia: il servizio di telemedicina della Comunità di Sant’Egidio

Ostia: il servizio di telemedicina della Comunità di Sant’Egidio

Potrebbero interessarti