Ostia: ecco come i cittadini stanno trascorrendo i giorni di quarantena

Abbiamo pensato di venire a trovare molti di voi direttamente a casa per capire come trascorrete il tempo, se siete soli o in compagnia 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

In questo momento complicato siamo entrati nelle case di molti telespettatori, che ci hanno raccontato come stanno trascorrendo i giorni di quarantena.

Come stanno affrontando l’obbligo di restare a casa i cittadini di Ostia?

Quello che stiamo affrontando è un momento particolarmente difficile, con il quale nessuno di noi ha mai fatto i conti prima e che in ogni caso cambierà per sempre le nostre vite. E allora abbiamo pensato di venire a trovare molti di voi direttamente nelle vostre abitazioni per capire come trascorrete il tempo, se siete soli o in compagnia.

“Ho cercato di organizzarmi per fare un po’ di attività fisica, visto che sono un malato della palestra” – fa sapere un cittadino.

“Il fatto di venire a lavoro, anche se tre giorni alla settimana, mi sta aiutando molto a superare questa situazione” – aggiunge un’altra residente.

“Faccio la spesa per i miei cari, cerco di non far uscire mia moglie di casa e limito i miei spostamenti“. – il commento di un padre di famiglia.

Mi diletto in cucina, faccio passeggiate con il cane che mi sta aiutando parecchio in questo momento difficile”. – afferma una cittadina.

Vedo film, ascolto musica, ho trovato il modo di muovermi un po’ anche dentro casa e per il resto sono “bullizzato” quotidianamente dai miei figli alla Playstation”. – è il racconto di un altro cittadino.

Bricolage, disegni e balli

Molto importante anche, a detta dei cittadini, l’ausilio delle tecnologie in grado di connettere le persone, lontane o vicine, e riducendo così la distanza tra loro. E poi ci sono altri che disegnano, colorano, si dedicano al bricolage e pensano alle future attività per il bene del territorio. C’è anche chi balla come Luca, che vuole lasciare i pensieri negativi fuori dalla porta di casa. Chi spera presto di tornare alla normalità, chi sconfigge le proprie paure, chi si dedica agli animali e chi come Simone ci ha regalato un momento felice con la sua allegria e spensieratezza.

Potrebbero interessarti