Infernetto, altri 15 positivi al Centro accoglienza migranti

Comunicati i risultati dei tamponi da parte della Asl Roma 3: si prolunga la quarantena per i 75 migranti ospiti. Si temono tensioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Ancora due settimane di quarantena per i migranti ospiti del Centro d’accoglienza di via Ennio Porrino, all’Infernetto. La Asl Roma 3 ha comunicato questa mattina i risultati dei tamponi e 15 dei 75 ospiti sono risultati positivi al covid-19.

Dovranno restare confinati ancora per due settimane nella palazzina di via Ennio Porrino i migranti ospiti del Centro d’accoglienza. Stamattina le autorità sanitarie hanno reso noto l’esito della campagna di test effettuati nei giorni scorsi sui migranti ed è emerso che 15 di loro sono positivi. Per questo motivo la quarantena non può essere sospesa.

Si teme che la notizia possa suscitare nuove tensioni con gli ospiti che non potranno allontanarsi dalla struttura. Dal primo episodio di tensioni esplose il 5 ottobre con le autorità sanitarie e la polizia (leggi qui) sono passate più di due settimane e da allora è una camionetta dell’Esercito nell’ambito dell’operazione “Strade sicure” a garantire che nessuno si allontani.

Praticamente la quarantena è iniziata il 5 ottobre e da allora non si è interrotta. Il 17 ottobre, quando l’unità medico-sanitaria ha effettuato un nuovo giro di tamponi (leggi qui), il clima si era nuovamente infiammato e per allentare la tensione subito dopo un panificio di Acilia ha portato in omaggio ai migranti quattro cartoni di cornetti appena sfornati.

Infernetto, quarantena più “dolce” per i migranti

Potrebbero interessarti