Controlli anti-Covid ad Ardea: Rsa e Onlus rispettano le norme

Norme anti-Covid rispettate nelle Rsa e Onlus di Ardea. E emerso dopo un’operazione della Polizia Locale in cui sono state controllate 203 persone
Norme anti-covid
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Le Rsa e le Onlus di Ardea rispettano le norme anti-Covid. E’ quanto emerso dai controlli effettuati dai vigili urbani di Ardea.

Controlli anti-Covid ad Ardea: Rsa e Onlus rispettano le norme 1
Rispetto delle norme anti-covid: i controlli dei vigili

Nel week-end, la Polizia Locale ha effettuato degli accertamenti nelle Rsa e nelle Onlus di Ardea per verificare l’applicazione delle norme anti-contagio.

Gli agenti dii via Laurentina impegnati nel Centro Operativo Comunale si sono recati nelle sei Residenze Sanitarie Assistenziali. Nelle strutture,  sono stati trovati anziani di età compresa, tra i 58 e i 105 anni, tutti in buona salute e correttamente assistiti.

Controlli anti-Covid ad Ardea: Rsa e Onlus rispettano le norme 2

Durante il controllo esteso alle tre associazioni di volontariato Onlus  è stato rilevato che le stesse ospitano giovani a vario titolo di età compresa tra i 13 e i 20 anni. Anche in questo caso è stata accertata l’ottemperanza delle disposizioni vigenti in materia di Covid-19.

Il controllo eseguito ha escluso la presenza, nelle predette strutture, di ospiti e operatori affetti da Covid. I caschi bianchi hanno anche consegnato alcune mascherine chirurgiche monouso.

Controlli anti-Covid ad Ardea: Rsa e Onlus rispettano le norme 3

Il controllo ha interessato un totale di 203 persone tra ospiti e personale delle strutture e si è concretizzato anche con un confronto e supporto sostanziale alle diverse case-famiglia.

Controlli anti-Covid, Ierace: “Il primo obiettivo è la tutela della serenità pubblica”

Controlli anti-Covid ad Ardea: Rsa e Onlus rispettano le norme 4

“In questo momento – dichiara il Comandante Sergio Ieraceappare importante fare prevenzione in tutti i modi possibili, specialmente rivolgendosi alle fasce più deboli della nostra società che vivono in questo momento attimi di preoccupazione e solitudine dovuti alla fragilità cui, a causa di questo virus, sono esposti. Noi spesso facciamo repressione – aggiunge Ierace – sanzionando coloro che commettono fatti illeciti ma crediamo fortemente che stare vicino alle persone deboli voglia dire fare capire a quest’ultime che noi ci siamo e che possono rivolgersi a noi per ogni esigenza. Controlliamo e sanzioniamo se serve – conclude il Comandante – ma il primo obiettivo è quello della tutela della serenità pubblica.”

redazione@canaledieci.it

Ti potrebbe interessare leggere anche: Ancora discariche non autorizzate ad Ardea: incivili multati (FOTO)

Potrebbero interessarti