“Il virus non esiste, è un complotto del Governo”: in duecento in piazza a Roma. Assembramenti e scontri

Organizzatore il comitato “Marcia su Roma”, che raccoglie estrema destra e gilet arancioni. Respinti i manifestanti intenzionati a raggiungere Montecitorio
Virus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Duecento persone si sono riunite oggi in corteo a Roma al grido di: “Il virus non esiste”. Nonostante le misure anti assembramento i manifestanti si sono diretti in gruppo verso via del Corso, direzione Montecitorio. “Il virus è un trucco”, hanno urlato dai megafoni. Tensione con la Polizia, che ha respinto i tentativi di forzare il cordone.

“Il virus non esiste”: corteo con assembramenti e tensione a Roma

Manifestazione non autorizzata al centro di Roma: circa 200 persone si sono date appuntamento nel primo pomeriggio di oggi a via dei Fori Imperiali e hanno raggiunto piazza Venezia, con l’intenzione di andare davanti al Parlamento, in piazza Montecitorio.

“Al Governo vogliamo dire che il virus è un cavallo di Troia, non esiste”, grida al megafono uno degli organizzatori. Il corteo è stato indetto dal gruppo “Marcia su Roma”, nato sui social, che raccoglie sigle della galassia dell’estrema destra come Casapound e i gilet arancioni.

“Il Covid-19 è solo un trucco”, urlano ancora i manifestanti, trattenuti dai cordoni della polizia che bloccano l’accesso delle strade verso Montecitorio.

Virus

Rigorosamente senza mascherine, stretti l’uno all’altro, i manifestanti con indosso magliette nere con scritto “Marcia su Roma” urlano e scandiscono slogan. “Il coronavirus è tutto un disegno politico, economico e sociale perché vogliono venderci alla Cina”, gridano i gruppi neofascisti.

A via del Corso parte il tentativo di forzare i cordoni delle Forze dell’Ordine per raggiungere Palazzo Chigi. Volano spintoni e manganellate, ma la Polizia riesce a respingerli all’imbocco di piazza Venezia.

“Il coronavirus” è un complotto “per costringerci tutti a fare il vaccino e schedarci”, sottolineano con il megafono. “Il virus non esiste, per questo non mettiamo le mascherine”, aggiungono poi. Dopo qualche ora di tensione i blindati della Polizia riescono a bloccare i gruppi di facinorosi a piazza Venezia.

Gli agenti della Digos di Roma hanno identificato 70 manifestanti, che saranno denunciati all’autorità giudiziaria.

 

Ti potrebbe interessare anche Viaggi tra Regioni: via libera dal 3 giugno. Preoccupano gli arrivi dalla Lombardia

Viaggi tra Regioni: via libera dal 3 giugno. Preoccupano gli arrivi dalla Lombardia

Potrebbero interessarti