Natale con polemica a Pomezia. Latium Vetus sottolinea come il Comune abbia, dopo 20 anni, cambiato la procedura di selezione dei progetti. “Quest’anno – dichiara l’associazione – l’iter seguito è esattamente rispondente alle obiezioni avanzate da noi qualche mese fa in occasione della nostra esclusione dalla programmazione estiva. Forse pensavano che non ce ne saremmo accorti. Per la prima volta è stata nominata una commissione interna per la valutazione delle proposte, le quali non sono state selezionate direttamente dalla Giunta, ma dal dirigente comunale, rendendo noti i punteggi e i criteri come vuole la legge. Sembrerebbe dunque – proseguono che l’amministrazione abbia mutato improvvisamente la procedura dopo il nostro ricorso al Tar. Ci chiediamo se negli ultimi 20 anni il comune di Pomezia abbia finanziato, con soldi pubblici, progetti scelti tramite un iter illegittimo ed in violazione di qualsiasi basilare principio di trasparenza ed uguaglianza. A breve – concludono gli esponenti di Latium Vetus – presenteremo un esposto alla corte dei conti perché venga fatta piena luce sulla questione e per perseguire gli eventuali illeciti o abusi individuati”.