Torniamo ad occuparci del passaggio del servizio idrico ad Acea con un provvedimento emanato dalla Regione che è letteralmente inspiegabile e senza senso – lo ha dichiarato il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando – la giunta regionale – ha spiegato – ha deciso di esercitare i poteri sostitutivi nominando un commissario ad acta che dovrà gestire il cambiamento del nostro servizio. È veramente assurdo commissariare un comune che ha già avviato tutte le procedure previste per legge. È bene precisare che la Pisana non poteva essere all’oscuro di questo fatto in quanto le comunicazioni intercorse con Acea sono sempre state inviate per conoscenza anche ai competenti uffici regionali. Ovviamente, non siamo disposti a subire passivamente questo abuso di potere, pertanto ho già provveduto a scrivere una lettera al governatore Zingaretti, all’assessore ai lavori pubblici Mauro Alessandri e al presidente del consiglio delle autonomie locali per chiedere di non dare attuazione alla deliberazione della giunta e di procedere, eventualmente, alla sua revoca” – ha concluso il sindaco Grando.