Partita questa mattina sulla spiaggia di levante a Ostia la seconda iniziativa antierosione. Il tratto di arenile coinvolto e’ quello tra gli stabilimenti Nuova Pineta Pinetina e Sporting Beach maggiormente danneggiato dalle mareggiate dell’ultimo anno. Si tratta del cosiddetto ripascimento morbido di undicimila metri cubi di sabbia che viene prelevata dai fondali con l’obiettivo di proteggere la battigia per circa 400 metri. Nel dettaglio, una draga, arrivata ieri sul litorale, aspirerà la sabbia davanti alla foce del canale dei pescatori per depositarla sulla costa. L’intervento, che prevede una spesa di circa 400 mila euro, è stato finanziato dalla regione lazio e serve a proteggere le opere murarie, già duramente compromesse dall’azione erosiva del mare. I lavori, se le condizioni meteo lo permetteranno dovrebbero terminare entro il fine settimana. Intanto si è concluso l’altro ripascimento sempre sulla spiaggia di levante che ha portato sulla costa circa quattro mila metri cubi di sabbia provenienti dalla foce del canale dei pescatori e accumulata per anni sull’argine.