Il comitato popolare Pace per Manzù: “Il maestro non si tocca”

Il Comitato Popolare “Pace per Manzù” ha sollecitato il sindaco Mario Savarese con una lettera formale di messa in mora per far rispettare la volontà del defunto di essere sepolto ad Ardea
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Il Comitato Popolare “Pace per Manzù” ha sollecitato il sindaco Mario Savarese con una lettera formale di messa in mora per far rispettare la volontà del defunto di essere sepolto ad Ardea.”Il primo cittadino – si legge nella missiva – deve confermare quello che è già stato comunicato agli eredi, che a maggio dello scorso anno avevano chiesto di riesumare la salma al fine di portarla a San Benedetto del Tronto per la cremazione”.

Il Tar del lazio ha riaperto un procedimento amministrativo che il Sindaco deve concludere entro venti giorni, rispettando la legge e onorando tutto quello che il cittadino onorario di Ardea dal 1972 ha rappresentato per la nostra storia e memoria collettiva”. – termina la lettera. Intanto il comitato ha organizzato una mobilitazione civica con lo slogan “Manzù non si tocca”, che prevede volantinaggi, conferenze stampa e mostre itineranti che documentano il legame tra la città e il celebre scultore.

Giacomo Manzù: tutte le iniziative per lo scultore

Infine, per il 17 gennaio, in occasione del trentesimo anniversario della sua morte, è stato programmato un evento al quale sono state invitate importanti personalità del mondo dell’arte, della cultura e della scuola, per annunciare il ciclo di iniziative a livello locale, nazionale e internazionale nel nome del “genius loci” di Ardea.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Museo Giacomo Manzù: la salma rimane ad Ardea 

Potrebbero interessarti