Sport, Calcio: Il Comune al fianco dell’US Ladispoli nella richiesta di ripescaggio in Serie D

Il Comune si schiera al fianco dell’Unione Sportiva Ladispoli nella scelta di chiedere ai giudici del Tar il ripescaggio in Serie D.
Ladispoli calcio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Il Comune si schiera al fianco dell’Unione Sportiva Ladispoli nella scelta di chiedere ai giudici del Tar il ripescaggio in Serie D.

Sindaco Grando: “Siamo vicini all’US Ladispoli nella sua battaglia per il ripescaggio in Serie D”

“L’amministrazione comunale ha appreso con soddisfazione la notizia che i dirigenti dell’Unione Sportiva Ladispoli hanno deciso di presentare al Tar del Lazio la richiesta di ripescaggio in Serie D per chiedere la revoca dell’ingiusta retrocessione a tavolino decisa dalla Lega Nazionale Dilettanti.

Come avevamo annunciato nei giorni scorsi, siamo moralmente vicini al club rossoblu, sperando che siano accolte in tribunale le giuste rivendicazioni della squadra della nostra città”.

Le inequivocabili parole sono del sindaco Alessandro Grando, con un passato da calciatore professionista, che ha condiviso la scelta della dirigenza rossoblu di portare in un’aula di tribunale la richiesta di cancellazione dell’iniqua retrocessione in Eccellenza dell’Unione Sportiva Ladispoli, nonostante mancassero ancora otto giornale al termine del campionato.

ladispoli

“Così come è accaduto in Francia dove i giudici amministrativi hanno ribaltato le decisioni della Federazione – prosegue Grando – siamo fiduciosi che il Tar del Lazio saprà annullare la decisione dalla Lega Nazionale Dilettanti che è apparsa da subito contraria a quei valori sportivi secondo i quali i verdetti vengono decisi sul campo da gioco.

Non si possono retrocedere d’ufficio squadre come il Ladispoli che potevano ancora conquistare la salvezza sul campo. L’amministrazione è moralmente vicina alla dirigenza rossoblu, il calcio a Ladispoli è un patrimonio non solo sportivo.

In questi ultimi mesi il Comune ha investito risorse importanti per la costruzione dello stadio Angelo Sale, stiamo ultimando le procedure per l’installazione della copertura della tribuna e abbiamo provveduto a mettere in regola l’intero impianto.

Tutti questi sforzi, unitamente a quelli della dirigenza della società, avrebbero meritato un’attenzione diversa. Se qualcuno ha preferito spostare il terreno da gioco nelle aule dei tribunali sappia che la città giocherà questa partita al fianco del Ladispoli calcio“.

 

Leggi anche Sport, calcio: partono i corsi di aggiornamento per allenatori e dirigenti in vista della riapertura

Sport, calcio: partono i corsi di aggiornamento per allenatori e dirigenti in vista della riapertura

Potrebbero interessarti