Castel Romano: avviati i lavori di messa in sicurezza del campo nomadi

L’obiettivo è contrastare le azioni illecite come l’abbandono di rifiuti e i roghi tossici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Al fine di evitare azioni illecite come l’abbandono di rifiuti e i roghi tossici, hanno preso il via i lavori di delimitazione e messa in sicurezza del campo nomadi di Castel Romano.

Castel Romano: barriere fisse in cemento e rimozione di carcasse di auto al campo nomadi

Sono iniziati i lavori di delimitazione e messa in sicurezza del Campo Nomadi di Castel Romano, al fine di evitare azioni illecite come l’abbandono di rifiuti e i roghi tossici.

Circa 70 agenti della Polizia Locale, impegnati nell’operazione, stanno inoltre effettuando dei controlli di rito sulle automobili presenti nell’insediamento, rimuovendo alcune carcasse.

castel romano

“Abbiamo avviato l’installazione delle barriere fisse in cemento, tipo new jersey, nei varchi di accesso al campo – si legge in una nota dell’amministrazione capitolina – contro i fenomeni illegali è stato anche istituito un presidio fisso di vigilanza che allontanerà le persone non autorizzate e non permetterà l’accesso alle macchine private. A breve arriveranno anche i militari dell’esercito“.

Intanto, continua lo scontro tra il Comune di Roma e la Regione.

“In merito all’ordinanza della Pisana si precisa che le azioni elencate nel provvedimento sono già in corso da mesi – prosegue il comunicato del Campidoglio – si tratta di interventi avviati da tempo e in parte già realizzati“.

 

Leggi anche Roma, blitz dei Vigili nel campo nomadi di Castel Romano: in arrivo lo sgombero

Roma, blitz dei Vigili nel campo nomadi di Castel Romano: in arrivo lo sgombero