La Misericordia di Fiumicino: “aiutateci con biscotti e fette biscottate”

I volontari della Misericordia di Fiumicino lanciano un appello ai supermercati e chiedono di donare prodotti utili da distribuire alle persone in fila ai drive-in
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Continua senza sosta l’operato della Misericordia di Fiumicino.  I volontari, impegnati nel fornire assistenza al drive-in Covid di Ciampino, hanno lanciato un appello ai supermercati.

La Misericordia di Fiumicino: “aiutateci con biscotti e fette biscottate”

Cambio di rotta per i volontari della Misericordia che si sono spostati da Fiumicino a Ciampino per assistere le persone in fila al “Drive-in covid”.

La squadra coordinata da Elisabetta Cortani ha iniziato ad offrire il proprio aiuto presso il presidio che sorge all’interno dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana. Gli operatori distribuiscono bottigliette d’acqua e bevande calde, ed effettuano un’attività di comunicazione, consegnando la modulistica alle persone in attesa di effettuare il tampone.

La responsabile della Confraternita, Elisabetta Cortani, lancia un appello ai supermercati e chiede di donare prodotti utili da distribuire alle persone in attesa di effettuare i tamponi.

«Il nostro compito è assistere le macchine in fila per il tampone – afferma la responsabile della Misericordia Elisabetta Cortani – ma, per rendere l’attesa meno stressante, ci rivolgiamo a tutti i supermercati affinché possano donarci fette biscottate, biscotti secchi e tutti quegli alimenti che loro hanno in scadenza e dovrebbero dare via

«Per gli ultimi giorni rimasti, prima della scadenza, questi alimenti possono essere offerti alle persone in coda. Un qualcosa in più insieme alle bottigliette d’acqua o bevande calde.»

«Così facendo – conclude Cortani – non ci sarebbe nemmeno spreco di cibo, il bene di prima necessità per ognuno di noi, che sarà invece molto utile per le nostre attività di supporto al drive in.»

 

 

Leggi anche: Centro Covid Palidoro, in aumento i bimbi ricoverati

Centro Covid Palidoro, in aumento i bimbi ricoverati

Potrebbero interessarti