“Green Deal”: l’Europa si afferma leader mondiale in materia di sostenibilità ambientale

L’UE è l’unica grande potenza del mondo ad aver istituito un quadro legislativo in tutti i settori dell’economia per ridurre le emissioni di gas a effetto serra, in linea con l’accordo di Parigi.
green deal
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Green Deal: lo strumento per promuovere l’economia circolare, ripristinare la biodiversità e ridurre l’inquinamento

L’11 dicembre 2019 viene presentato alla Commissione Europea il “Green Deal”, che ad oggi prevede una tabella di marcia con azioni volte a:
• promuovere l’uso efficiente delle risorse passando ad un’economia pulita e circolare
• ripristinare la biodiversità e ridurre l’inquinamento.

green deal

Per fare ciò si è proposta una legge europea sul clima al fine di garantire un‘Unione Europea a impatto climatico zero entro il 2050, inoltre è stata adottata una strategia industriale, che prevede il sistema economico del futuro proiettato verso la circolarità e il riutilizzo.

Al fine di rendere i sistemi alimentari più sostenibili è stata firmata la strategia “dal produttore al consumatore” e per proteggere le risorse naturali fragili del nostro pianeta è stata presentata la strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030.

green deal

A luglio 2020, poi, sono state adottate le strategie per l’integrazione dei sistemi energetici e dell’idrogeno, per preparare la strada verso un settore energetico pienamente decarbonizzato, più efficiente e interconnesso.

Dunque con il Green Deal l’Europa si è definitivamente affermata come leader mondiale in materia di sostenibilità ambientale, ciò è anche confermato dai dati che mostrano come il 40 % del finanziamento pubblico mondiale per il clima proviene proprio dall’UE.

Concludendo, l’UE è l’unica grande potenza del mondo ad aver istituito un quadro legislativo in tutti i settori dell’economia per ridurre le emissioni di gas a effetto serra, in linea con l’accordo di Parigi.

green deal

La dimostrazione che questo sia un fattore positivo non solo per clima e ambiente, ma anche per la nostra economia è che tra il 1990 e il 2018, le emissioni di gas a effetto serra in UE sono diminuite del 23 %, mentre il Pil Europeo è cresciuto del 61%.

Alessia Pasotto,
dottoressa in Economia dell’Ambiente e dello Sviluppo,
su Instagram @natur_ale_

 

Leggi anche Cooperative di comunità: un fenomeno sempre più diffuso

Cooperative di comunità: un fenomeno sempre più diffuso

Potrebbero interessarti