Cento anni fa nasceva Gianni Rodari, genio delle favole. Gli eventi

Gianni Rodari, uno degli scrittori più amato dai ragazzi, celebrato a Roma con eventi e iniziative
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

E sono 100! Gianni Rodari, uno degli scrittori italiani più amati dai ragazzi di tutto il mondo, nasceva oggi il 23 ottobre di cento anni fa.

L’autore, scomparso prematuramente nel 1980, ha lasciato un vuoto incolmabile, riempito solo dalla sua ricchissima produzione che si contraddistingue per il forte indirizzo pedagogico, fondato principalmente su una profonda indagine delle dinamiche tra il mondo degli adulti e il mondo dei bambini. Numerose sono le iniziative previste in tutto il mondo in questa data, per adulti e ragazzi.

INIZIATIVE RODARIANE A ROMA

Tra le città più attive per l’anno rodariano c’è senz’altro Roma, città dove lo scrittore visse dagli anni Cinquanta in poi. Il Sistema bibliotecario romano rende omaggio al grande scrittore, giornalista e maestro della fantasia con laboratori per bambini, giornate di studio e maratone in streaming.

Il 23 ottobre la Biblioteca Gianni Rodari ricorda Gianni Rodari con una giornata a lui interamente dedicata in occasione del suo “compleanno”: la presentazione del nuovo allestimento della Biblioteca con le illustrazioni tratte dal libro Cento storie e filastrocche. Cento illustratori” (Einaudi Ragazzi 2019), gentilmente concesse alle Biblioteche di Roma dall’editore; cento illustratori tra i migliori al mondo raccontano, interpretano, ricordano il più grande autore italiano per ragazzi. A seguire, dalle ore 15, parte la diretta di testimonianze e letture rodariane, trasmessa in streaming sulla pagina facebook @biblioteche.roma e su Mediateca Roma, il canale youtube di Biblioteche di Roma.

 Parteciperanno Luca Bergamo, Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale e Vittorio Bo, commissario di Biblioteche di Roma e relatori autorevoli, esponenti del mondo della cultura e del giornalismo – quali Stefano Bartezzaghi, Franco Lorenzoni, Marco Malvaldi, Walter Barberis, Susanna Mattiangeli, Bernard Friot, Ilaria Capanna, Antonio Catalano, Stefano Sandrelli, Pietro Greco, Albertina Bollati, Lorenzo Pavolini – si alterneranno alle voci di personaggi del mondo dello spettacolo quali Neri Marcorè, Claudio Bisio, Moni Ovadia, Marco Paolini, Luciana Litizzetto, Tiziano Scarpa, Federica Cassini, della scrittrice Igiaba Scego e, infine, degli studenti dell’Accademia Teatro Argentina.

Fino al 31 dicembre, la XVI edizione del FESTIVAL DI TEATRORAGAZZI  Lucciole e lanterne.

Nel centenario dalla nascita di Gianni Rodari, il nostro festival giunge alla XVI edizione. Un’edizione strana – dichiarano gli organizzatori – come il periodo che stiamo vivendo, dedicata interamente agli studenti, alle scolaresche, agli insegnanti”. I luoghi di formazione sono presidi imprescindibili per ogni società. Il Festival Nazionale del Teatro Ragazzi Lucciole e Lanterne – Premio Rodari per il Teatro – giuria dei bambini nasce a Villa Pamphilj nel 2004 e per quindici anni è stato l’appuntamento estivo con il teatro per migliaia di famiglie romane. Oggi il Festival lo dedichiamo a oltre 3000 bambini e ragazzi della scuola dell’infanzia e della scuola primaria di prima e secondo grado che frequentano le scuole della provincia di Roma. E con loro a oltre 150 insegnanti a cui è riservato anche un incontro di formazione dal titolo “il teatro come strumento educativo”, intorno ai temi della didattica delle visione, educazione all’immagine, pedagogia teatrale, linguaggio indiretto, ambientazione fantastica.

Dieci spettacoli, presentati da Compagnie di rilevanza nazionale, ispirati a Gianni Rodari. Alcuni strettamente rodariani, ovvero liberamenti tratti dalle opere dell’autore. Altri rodariani in senso stilistico, ovvero storie originali che si ispirano alle tematiche e alla poetica di Rodari, dove si respira un’atmosfera rodariana: storie nate dal clima culturale scaturito dalla sua opera, dal suo agire pedagogico, dalla sua vita tra e per i bambini, dai preziosi suggerimenti della sua grammatica della fantasia. La giuria dei bambini assegnerà come sempre il Premio Rodari per il Teatro 2020 che sarà consegnato alla Compagnia vincitrice dalla Signora Maria Teresa Rodari. 

Cento anni fa nasceva Gianni Rodari, genio delle favole. Gli eventi 1

Il 25 ottobre, dalle ore 11 alle ore 15, presso gli Studi di Cinecittà (Via Tuscolana, 1055, Roma), segnaliamo anche  “La torta in cielo, un laboratorio per festeggiare con astronavi a forma di torta il centenario di Gianni Rodari e riscoprire l’ironia fantasiosa de La torta in cielo, un romanzo rocambolesco dedicato ai più piccoli.

A partire dalla lettura animata del racconto e dalle immagini del film omonimo, i partecipanti potranno realizzare delle inedite scenografie con buffi dischi volanti che sotto le loro forme nascondono meringhe, creme e pan di spagna!

La durata: 75 -90 minuti, con un numero di partecipanti per ogni attività che non può superare i 10/12 bambini (dai 5 ai 12 anni).

Per garantire la distanza sociale è obbligatoria la prenotazione a didattica@cinecittaluce.it entro e non oltre le ore 11.00 del sabato. L’accesso al Cinebimbicittà è consentito solo ai bambini, i genitori dovranno attendere nell’area espositiva la fine dell’attività. Il laboratorio è incluso nel prezzo del biglietto di Cinecittà si Mostra (adulti 15 euro, bambini da 5 a 12 anni 7 euro. Sotto ai 5 anni gratis).

AL TEATRO DEL LIDO DI OSTIA

Dal 24 ottobre al 29 novembre, per iniziativa del Comitato Leggimondi, sarà esposta la mostra ad ingresso gratuito: “IL FAVOLOSO GIANNI” a cura di Rodari 100 ed Edizioni EL.

In esposizione, pannelli contenenti scritti illustrati di Gianni Rodari, messi a disposizione dal Comitato Rodari 100 e dalla casa editrice EL. La mostra è stata realizzata originariamente negli anni ’80 dal Coordinamento Genitori Democratici (ONLUS fondata nel 1976 da Marisa Musu e Gianni Rodari sull’onda dei movimenti di partecipazione e di rinnovamento democratico delle istituzioni tradizionali), con testi di Rodari e disegni di Paola Rodari. Ringraziamo vivamente il Coordinamento Genitori Democratici e Paola Rodari per averla messa a disposizione.