Fiumicino: sit-in dei residenti in Via Foce Micina contro la disposizione del mercato del sabato

La manifestazione è stata organizzata dall’associazione “Comprensorio Pesce Luna”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Questa mattina c’è stato un sit-in dei residenti in Via Foce Micina a Fiumicino per protestare contro la disposizione del mercato del sabato. La manifestazione è stata organizzata dall’associazione “Comprensorio Pesce Luna”.

Fiumicino, il Comprensorio Pesce Luna ha organizzato un sit-in al mercato del sabato

Sta creando una marea di polemiche il mercato del sabato di Fiumicino. Questa mattina l’associazione “Comprensorio Pesce Luna” ha organizzato un sit-in all’incrocio tra Via Foce Micina e Via Delle Ombrine per protestare contro la nuova disposizione dei banchi del mercato del sabato a Fiumicino.

“Questo assetto crea problemi alla viabilità, la carreggiata è stata ristretta e i mezzi dei vigili del fuoco faticano a transitare – ha affermato il presidente Giampiero Rossi – chiediamo all’amministrazione di mettere in sicurezza il passaggio e di riprendere in considerazione lo spostamento del mercato su via del canale.

L’idea – conclude Rossi – era stata accantonata dall’amministrazione qualche settimana fa dopo l’incontro con i banchisti”.

mercato

Il gruppo Demos si schiera con i residenti e dichiara:

“La decisione di ampliare l’area aveva fatto credere a tutti noi di essere riusciti a risolvere i problemi legati alle norme del decreto ministeriale, ma anche di evitare pericoli per l’incolumità pubblica.

In realtà i cittadini si sentono prigionieri in casa. Un problema riconosciuto anche dal sindaco che ha approvato, nell’ultimo bilancio, un’opera che prevede la realizzazione di un plateatico destinato a ospitare proprio il mercato di Via Foce Micina. Per questo motivo chiediamo a Esterino Montino, agli operatori e ai rappresentanti di categoria di mettersi seduti intorno a un tavolo e ascoltare anche coloro che vivono nella zona”.

Leggi anche Da Ostia a Santa Marinella: la conta dei danni dopo la forte mareggiata di ieri

Da Ostia a Santa Marinella: la conta dei danni dopo la forte mareggiata di ieri