Roma: appostato davanti al bancomat, rapina il cliente. Arresti domiciliari

Arresti domiciliari con braccialetto elettronico per un romano che ha preso a pugni e rapinato un uomo del prelievo appena fatto al bancomat

bancomat

Si è appostato nei pressi del bancomat. Ha atteso il primo cliente e lo ha aggredito a pugni non appena questi ha effettuato il prelievo del contante. Il malcapitato, però, non si è dato per vinto e inseguito a piedi il malvivente è riuscito a far intervenire i carabinieri che lo hanno arrestato. Per lui il giudice di turno ha stabilito gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

Arresti domiciliari con braccialetto elettronico per un romano che ha preso a pugni e rapinato un uomo del prelievo appena fatto al bancomat

E’ successo ieri sera, lunedì 2 gennaio, in via delle Palme, a Centocelle. E’ lì, presso lo sportello automatico Postamat dell’ufficio postale, che un umo di 52 anni è stato aggredito da un bandito appena effettuato un prelievo di 250 euro in contanti.  Terminate le operazioni di prelievo, uno sconosciuto lo ha colpito al volto con un pugno e si è dato alla fuga in seguito alla ferma reazione della vittima.

Ne è nato un inseguimento al quale si sono aggiunti anche i Carabinieri di una pattuglia in servizio di controllo del territorio, che si trovava proprio nelle vicinanze, e che aveva assistito alla scena. Poco dopo, l’uomo in fuga, un romano di 28 anni, senza fissa dimora, con precedenti di polizia, è stato raggiunto e bloccato, ammanettato e condotto in caserma dove è stato trattenuto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

L’arresto è stato convalidato e il 28enne è stato condotto agli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.

Roma, l’accoltellatore della stazione Termini ha le ore contate