Caro bollette, a Fiumicino il Comune ‘abbassa’ i termosifoni

In tutti gli edifici pubblici, compre se le scuole, le temperatura dei termosifoni sarà fissata a 19 gradi centigradi

caro bollette, termosifoni fiumicino

Il Comune di Fiumicino dichiara guerra al “caro bollette” e si fa artefice di una campagna di contenimento dei costi volta a un maggiore risparmio energetico. In tutti gli edifici pubblici, comprese le scuole, le temperature invernali saranno fissate a 19 gradi centigradi.

Fiumicino contro il “Caro Bollette”. In tutti gli edifici pubblici la temperatura dei termosifoni sarà fissata a 19 gradi centigradi

Chi abbassa il riscaldamento e chi spegne le luci. Anche nel Lazio gli aumenti in bolletta per luce e gas colpiscono i Comuni, che si trovano a prendere decisioni importanti.

Il Comune di Fiumicino, in ottemperanza a quanto contenuto nel cosiddetto “Decreto Bollette” sul risparmio energetico, si fa artefice di una campagna di contenimento dei costi.

A partire da novembre le temperature di tutti edifici pubblici, comprese le scuole, saranno fissate a 19 gradi centigradi più 2 gradi di tolleranza.

Caroccia: «Ci sarà la trasformazione a Led di tutte le lampade in tutte le scuole, comprese le palestre»

«Si comincia con l’apertura dei nidi oggi 1° settembre – ha dichiarato Angelo Caroccia, assessore ai lavori pubblici di Fiumicino – e a seguire tutte le altre scuole. Ci sarà la trasformazione a Led di tutti i corpi illuminanti in tutte le scuole, comprese le palestre, si attuerà in tempi ristretti un buon risparmio energetico che in questo momento storico non è assolutamente cosa da poco. Siamo prontissimi a fare da subito la nostra parte.»

«L’efficientamento energetico – prosegue –  è accompagnato alla contestuale sostituzione di tutte le valvole sui terminali (termosifoni) attualmente installate con la tipologia di tipo “termostatico” che permette una maggior risparmio energetico e un maggior comfort ambientale, tale perfezionamento verrà accompagnato anche da un sistema di telecontrollo e di monitoraggio degli impianti che ne permette una riduzione significativa di sprechi energetici.»

«Sono orgoglioso di far parte di uno dei primi tra i Comuni green d’Italia – conclude – è il segnale di una città che guarda dritta verso il futuro. Futuro che è rappresentato al meglio da tutti i bimbi e le famiglie che domani cominceranno l’avventura del nido nel nostro Comune, ai quali auguro un ottimo anno scolastico.»

 

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

 

Relitti nel Tevere, un elicottero della Guardia Costiera ne monitora lo stato (VIDEO)