Pomezia, banda rom mette a segno diverse rapine: la polizia li insegue e li arresta

L'inseguimento è partito nella notte tra sabato e domenica in zona borgata Finocchio per poi concludersi a Santa Palomba, periferia di Pomezia

roma auto polizia rapina

Roma:  Roma, una banda composta da quattro rom aveva messo a segno diverse rapine, l’ultima delle quali a borgata Finocchio, ma la polizia non ha mollato un centimetro e dopo un lungo inseguimento li ha arrestati alla periferia di Pomezia.

L’inseguimento è partito nella notte tra sabato e domenica in zona borgata Finocchio per poi concludersi a Santa Palomba, periferia di Pomezia

I fatti sono avvenuti nella notte tra sabato 30 e domenica 31 luglio, quando sulla scia di diversi crimini perpetrati al calare dell’oscurità, la polizia ha dato vita a diversi appostamenti, intercettando i criminali prima sul grande raccordo anulare e poi nel comune di Pomezia. Lì ha avuto luogo una sparatoria al termine della quale sono scattate le manette per i malviventi.

In via della Bolognetta, zona borgata Finocchio, i banditi hanno sfondato usando una vetrina usando una macchina come ariete, facendo scattare l’allarme. Ecco che a quel punto arrivano le pattuglie della polizia stradale e della squadra mobile.

Ne nasce un inseguimento che si protrae fino al raccordo. I ladri sono tallonati, anche se inizialmente sembravano aver seminato le forze dell’ordine. Gli agenti non si sono dati per vinti ed hanno iniziato a controllare e bloccare tutte le uscite del raccordo.

A quel punto, grazie al controllo dei frames delle telecamere, i fuggitivi vengono trovati alla periferia di Pomezia, viene individuato il Suv utilizzato dai malviventi, e, intorno alle 4 del mattino di domenica, dopo circa 3 ore dal colpo alla Bolognetta, la banda viene intercettata alla periferia di Pomezia, a Santa Palomba.

Gli agenti si mostrano risoluti, non vogliono farsi scappare i ladri e ne nasce una sparatoria, con colpi sparati da entrambe le parti. Santa Palomba è invasa dagli operanti, che svegliano tutto il quartiere, complice il frastuono dei proiettili.

Una delle pallottole ferisce un componente della banda, con la loro vettura che si ribalta. A quel punto l’inseguimento termina, il ferito viene portato in ospedale per essere curato e si scopre che tutti e quattro sono rom residenti ad Aprilia.

Adesso si stanno cercando di delineare gli esatti contorni dei colpi messi a segno dagli arrestati, scoprire se ci fossero altri complici e rintracciare un altro veicolo che, a quanto filtra, avrebbe contribuito a depistare le ricerche, fungendo da specchietto per le allodole.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, far west a Centocelle: sparato un colpo in aria per bloccare teppista