Roma: massacra di botte la compagna: arrestato

L'aggressione è avvenuta lo scorso 19 maggio ma i fatti sono emersi in tutta la loro gravità soltanto adesso

violenza sessuale monirenne

Roma: un 19 maggio di sangue quello che ha funestato il caseggiato di via Caio Sulpicio nel quale un uomo di 55 anni, ha massacrato di botte la compagna nella casa che i due condividevano con i genitori di lei, sulla Tuscolana.

L’aggressione è avvenuta lo scorso 19 maggio ma i fatti sono emersi in tutta la loro gravità soltanto adesso

Una violenza becera, tanto che per numerose ferite riportate, la donna potrebbe addirittura perdere l’uso della vista.

Tagli al viso, un importante trauma cranico e un ricovero in ospedale per la 53enne vittima, che gli agenti del commissariato Tuscolano hanno trovato riversa in una pozza di sangue sul pavimento della casa, dopo essere stati chiamati sul posto dai vicini di casa, spaventati dalle grida provenienti dall’interno dello stabile.

L’uomo, un disoccupato con precedenti specifici per maltrattamenti in famiglia ad altre sue ex compagne, è stato arrestato e dovrà rispondere del reato di tentato omicidio, mentre la donna, ricoverata in codice rosso, di professione impiegata, lotta ora tra la vita e la morte.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link e digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, litiga con la ex compagna sotto casa e poi picchia i carabinieri: arrestato