Fiumicino, asili e materne a orario ridotto: maestre a casa con il covid

A seguito delle problematiche derivanti dalla perdurante emergenza epidemiologica da Covid-19 il comune aeroportuale adotta questa nuova modalità organizzativa almeno fino al prossimo venerdì 21 gennaio

bonus nido

Fiumicino: a partire da domani 13 gennaio e, per quanto si prospetta al momento, fino a venerdì 21 gennaio, a causa dell’attuale situazione di emergenza legata al covid,  con numerose maestre a casa con il Covid, gli orari pomeridiani degli asili e delle scuole materne del comune saranno contratti, con l’uscita anticipata alle ore 15.

A seguito delle problematiche derivanti dalla perdurante emergenza epidemiologica da Covid-19 il comune aeroportuale adotta questa nuova modalità organizzativa almeno fino al prossimo venerdì 21 gennaio

“Dopo accurate e attente analisi della situazione legata alle assenze di bambini e maestre dovute al covid in questi primi giorni di scuola – dichiara il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca – insieme all’assessore alla Scuola Paolo Calicchio abbiamo deciso di adottare questa nuova modalità organizzativa, al momento fino al prossimo venerdì 21 gennaio, con una riformulazione dell’orario dei nidi e delle scuole materne comunali fino alle ore 15, per garantire il servizio e la piena fruibilità per le famiglie alle strutture nonostante le assenze dovute al Covid”.

“La nostra volontà – aggiunge l’assessore Calicchioè quella di lasciare le scuole materne e i nidi comunali aperti. In un contesto difficile come quello che stiamo vivendo, e constatate le difficoltà di presenza di maestre e bambini, contraiamo soltanto gli orari di uscita delle classi a tempo pieno, per il resto non cambierà nulla. Stiamo impegnandoci al massimo dal punto di vista organizzativo, e di questo ringrazio gli Uffici Scuole e Personale, i dirigenti e il corpo docenti, per mantenere una sorta di normalità di cui bambini e genitori in questo momento hanno estremo bisogno. Questa novità sarà attiva a partire da domani e in maniera sperimentale fino al 21 gennaio”.

“Dopo – conclude l’assessore – se le condizioni ce lo permetteranno, si tornerà agli orari normali, altrimenti prorogheremo ulteriormente la misura in questione. Sinceramente spero si vada verso una normalizzazione piuttosto che verso un peggioramento”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Rientro a scuola “imprudente”: virologi e presidi restano contrari