Roma, arrestato il fratello di Diabolik: infermieri gli scoprono una pistola e tenta la fuga

Alla vista dei Carabinieri, l'uomo si è dato alla fuga lanciando l'arma in un cespuglio.

carabinieri

In manette il fratello di Diabolik. Colto da un malore, ha chiamato il 118, ma la pistola che aveva indosso ha insospettito il personale sanitario che ha allertato le forze dell’ordine.

Roma: l’arresto del fratello di Diabolik

Prima il danno poi la beffa. Il fratello di Fabrizio Piscitelli, detto Diabolik, è stato arrestato in Via Appia Nuova.

Dopo esser stato colpito da un malore, l’uomo ha contattato i sanitari per ricevere soccorso. Arrivato sul posto il personale dell’Ares 118, però, durante le operazioni di assistenza ha notato che il 51enne aveva indosso una pistola e per questo ha allertato immediatamente il 112.

A quel punto l’uomo, con precedenti per droga, alla vista dei Carabinieri, si è dato alla fuga  lanciando l’arma in un cespuglio. I militari prima lo hanno bloccato e poi si sono messi alla ricerca dell’arma, che da ulteriori accertamenti è risultata essere di proprietà di un uomo deceduto, e – addirittura – era oggetto di ricerca dal 1999.

Il fratello di Diabolik quindi è stato fermato e per lui sono scattate inevitabilmente le manette per detenzione, porto illegale di arma e ricettazione.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.