Roma, padre e figlio avevano in casa serre con all’interno 58 piante di marijuana: arrestati

Padre e figlio avevano allestito in casa propria alcune serre dove sono state trovate dai carabinieri ben 58 piante di marijuana

ROCCA-PRIORA-PICCHIA-NEGOZIANTE-18ENNE-VA-SCUOLA-

Roma: nel corso dei pattugliamenti svolti nel territorio capitolino, i carabinieri hanno arrestato padre e figlio, rispettivamente di 53 e 34 anni, dopo aver scoperto in casa loro, all’interno di una dependance, ben 58 piantine di marijuana con tutto l’occorrente per la coltivazione “indoor”, tramite alcune serre costituite ad hoc.

Padre e figlio avevano allestito in casa propria alcune serre dove sono state trovate dai carabinieri ben 58 piante di marijuana

Le piante di marijuana, tutte alte circa 1 metro, sono state scoperte nel corso di una perquisizione domiciliare, con la coppia di familiari che è stata ammanettata ed ora è indagata per il reato di produzione e detenzione di droga.

Nel dettaglio, i due uomini, entrambi già gravati da precedenti, avevano a casa loro una vera e propria piantagione da ben 5,6 chili di marijuana, oltre a varie infiorescenze per 1 ulteriore chilo della stessa sostanza stupefacente e altri 10 grammi di hashish.

Al termine dei rilievi, i militari dell’Arma hanno sequestrato tutta la droga ed il materiale utile al confezionamento della sostanza psicotropa, mentre padre e figlio sono stati portati in caserma in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

Come sempre in questi casi ricordiamo ai nostri lettori che tutti gli indagati vanno sempre considerati come presunti innocenti fino all’emissione di una definitiva sentenza di condanna e fino al terzo grado di giudizio, con le prove che si formeranno eventualmente nel corso del processo.

Proprio qualche giorno fa, sempre nella Capitale, c’è stato un episodio molto simile, nel quale è stato arrestata un’altra persona.

Nel dettaglio, in quell’occasione, in azione erano entrati i carabinieri della Stazione di Roma Città Giardino, che avevano ammanettato un 32enne romano gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel dettaglio, l’indagato era stato notato dagli operanti mentre era intento ad aggirarsi in ambienti malavitosi legati al traffico di stupefacenti, e a quel punto le forze dell’ordine hanno deciso di pedinarlo fino a casa sua, nel comune di Rignano Flaminio, alle porte della Città Eterna, e, successivamente lo hanno fermato per un controllo.

A conclusione della perquisizione personale e domiciliare, nella sua abitazione i carabinieri hanno scoperto una piantagione “fatta in casa”, composta da 10 piante di marijuana, sistemate anche in quel caso in una stanza adibita a serra, sequestrando anche alcune dosi già pronte di hashish e materiale da taglio.

Se vuoi approfondire questa vicenda, clicca sulle parole chiave colorate in arancione, presenti poco sopra, e leggi l’articolo collegato.