Sciopero a Roma il 16 gennaio: rischio stop a bus, tram e metro rientrato per revoca

In arrivo un lunedì nero per la mobilità della capitale. Tutte le informazioni sullo sciopero

sciopero

In arrivo un lunedì nero per la mobilità della Capitale. Il 16 gennaio 2023 a Roma è prevista una giornata di sciopero con il trasporto pubblico a rischio per 4 ore, per la protesta indetta dal sindacato Faisa Cisal. Al termine dello sciopero saranno riattivati i servizi eventualmente sospesi. Tutte le informazioni.

Il rischio è rientrato nel pomeriggio di giovedì 12 gennaio. Il servizio si svolgerà regolarmente dopo la decisione della segreteria territoriale del sindacato Faisa-Cisal di sospendere lo sciopero aziendale previsto dalle ore 8.30 alle ore 12.30.

Sciopero a Roma lunedì 16 gennaio: nella Capitale fermi i mezzi Atac, tutte le informazioni

Primo sciopero del 2023 nella Capitale. Per la giornata di lunedì 16 gennaio il sindacato FAISA CISAL ha proclamato uno sciopero di quattro ore, dalle 8:30 alle 12:30. Nel territorio di Roma Capitale sono a rischio bus, tram e metro gestiti da Atac, ma non i collegamenti eseguiti da altri operatori in regime di subaffidamento dunque le linee 021-043-77-113-246-246P-319-351-500-551-718.

Il servizio sull’intera rete non sarà garantito dalle ore 8.30 alle ore 12.30. Al termine dello sciopero saranno riattivati i servizi eventualmente sospesi.

Informazioni utili su parcheggi e accessibilità alle stazioni durante lo sciopero di lunedì 16 gennaio

Durante le sciopero, nelle stazioni della rete metroferroviaria della Capitale che resteranno eventualmente aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, ascensori e montascale.

Durante lo sciopero non sarà inoltre garantito il servizio delle biglietterie ma i parcheggi di interscambio resteranno aperti. Il servizio delle biglietterie on-line non subirà alcuna interruzione.

Tutte le informazioni sullo stato del servizio saranno disponibili sulla piattaforma informativa InfoAtac.

Le motivazioni dello sciopero

Il sindacato Faisa Cisal protesta per: interventi manutentivi; problematiche settore superficie; problematiche settore metroferro e IV area.

L’ultimo sciopero del sindacato risale al 29 marzo 2022 con un’adesione del 33.8 per cento.

Per aggiornamenti in tempo reale sul traffico e ricevere ulteriori informazioni, vi ricordiamo il nostro servizio in collaborazione con Astral in questa pagina.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

“Sciopero contro l’ondata di fango”: benzinai chiusi per due giorni