Bonus 200 euro a ottobre 2022, a chi spetta e come richiederlo: la novità nel decreto Aiuti Bis

Prevista l’estensione del bonus 200 euro a favore di alcuni soggetti che in precedenza non lo avevano ricevuto

bonus 200 euro

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto Aiuti Bis. Previste alcune novità, tra queste l’estensione del bonus 200 euro a favore di alcune categorie che non lo avevano ricevuto in precedenza. Per sapere se sei tra queste continua a leggere l’articolo.

Bonus 200 euro anche agli esclusi, chi potrebbe riceverlo a ottobre 2022

Il Decreto Aiuti Bis è stato approvato a Palazzo Chigi dal Consiglio dei Ministri. Tra le novità previste arriva l’estensione del bonus 200 euro agli “esclusi” o meglio quei soggetti che non lo avevano ricevuto in precedenza.

L’indennità una tantum contro il caro prezzi dovrebbe arrivare a ottobre 2022 anche per:

  • i lavoratori dipendenti che nel primo semestre dell’anno 2022 non hanno beneficiato dell’esonero dei contributi previdenziali previsti dalla Legge di Bilancio 2022 poiché interessati da eventi coperti figurativamente dall’INPS, come per esempio malattia, maternità o cassa integrazione.
  • neopensionati
  • dottorandi di ricerca
  • assegnisti
  • collaboratori sportivi che hanno fruito dei bonus covid. (Per queste ultime tre categorie, il Ministero del Lavoro ha fatto sapere che è in corso di verifica tecnica la possibilità di estensione dell’indennità.)

Bonus 200 euro, la novità nel decreto Aiuti Bis

La prima versione del decreto aiuti prevedeva il pagamento del bonus 200 euro soltanto ai lavoratori dipendenti che:

  • hanno beneficiato dell’esonero contributivo pari allo 0,8 per cento previsto dalla Legge di Bilancio 2022 nel primo quadrimestre dell’anno per almeno una mensilità;
  • hanno percepito uno stipendio lordo, da inizio anno, inferiore a 2.692.

Con il decreto Aiuti bis, per ora solo in bozza, il contributo viene esteso a quei lavoratori che, pur avendo una retribuzione mensile inferiore a 2.692 euro, non hanno goduto dello sgravio contributivo dello 0,8 per cento. Rientrano in questa fattispecie i soggetti in maternità o i lavoratori in cassa integrazione.

Bonus 200 euro ottobre 2022: come ottenerlo

Ai nuovi beneficiari, che siano lavoratori dipendenti, l’indennità una tantum contro il caro prezzi verrà erogata in via automatica tramite i datori di lavoro, nella retribuzione erogata nel mese di ottobre 2022. Il bonus potrà essere riconosciuto solo previa dichiarazione del lavoratore di non aver beneficiato in precedenza dell’indennità e di essere stato destinatario di eventi coperti figurativamente dall’INPS nel primo semestre dell’anno 2022, come ad esempio maternità o cassa integrazione. A chi invece non ha un datore di lavoro penserà direttamente l’INPS, previa domanda dell’interessato.

Per maggiori informazioni sulle modalità di erogazione finora valide relative al bonus 200 euro, ora in vigore per tutti gli altri aventi diritto Clicca qui.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Bonus part time da 550 euro, a chi spetta e come richiederlo: istruzioni e info utili