Caporalato e sfruttamento di 100 operai in un’azienda florovivaistica pontina

Latina, prevaricazione sugli operai e profitti illeciti per la mancata retribuzione: indagati due italiani titolari dell'azienda agricola

Latina: sfruttamento dei braccianti agricoli e truffa ai danni dell’I.N.P.S. sono queste le ragioni che hanno portato i militari della Guardia di Finanza di Latina ad eseguire nelle ultime ore due misure cautelari e un sequestro di beni finanziari nei confronti dei titolari di un’azienda florovivaistica. I dettagli.

Latina, prevaricazione sugli operai e profitti illeciti per la mancata retribuzione: indagati due italiani titolari dell’azienda agricola

L’operazione era partita da un controllo in materia di lavoro sommerso eseguito dai Finanzieri di Sabaudia nei confronti di un’azienda agricola pontina del settore florovivaistico. Gli accertamenti hanno permesso di scoprire come l’impresa abbia impiegato nel lavoro agricolo, nel corso degli ultimi due anni, quasi 100 lavoratori in condizioni di assoluto sfruttamento e prevaricazione.

Le condizioni di lavoro e i metodi, messi in atto dai due indagati erano degradanti e pressanti per i lavoratori tutti di nazionalità indiana, costretti a sopportare per il grave stato di bisogno e la necessità di mantenere economicamente le famiglie d’origine.

Gli operai erano ormai psiologicamente e totalmente assoggettati ai titolari dell’azienda, e per non perdere il lavoro erano spesso costretti a rinunciare al riposo settimanale.

Per tali abusi di posizione e per l’enorme profitto accumulato dall’impresa per il reato di sfruttamento della manodopera irregolare, per il quale il guadagno illecito, corrispondente alle retribuzioni non corrisposte, è stato quantificato per 123mila euro, l’Autorita Giudiziaria pontina ha disposto il divieto di dimora nell’intera provincia di Latina per i due italiani cotitolari dell’azienda agricola, oltre al sequestro preventivo di somme in giacenza nei conti finanziari dei due indagati equivalenti dell’importo di Euro 123.000,00 euro.

La Guardia di Finanza ha fatto sapere che invece l’azienda agricola resterà aperta per consentire agli impiegati regolari, una sicurezza economica, data dal far continuare lo svolgimento dell’attività.

canaledieci.it è su Google News.
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link e digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.