Roma: tentato omicidio alla Stazione Termini. Arrestato senza fissa dimora

Per l'aggressore si sono aperti i cancelli del carcere di Regina Coeli.

stazione termini

Tentato omicidio alla Stazione Termini di Roma. In manette un senza fissa dimora che ha aggredito e ferito con un collo di una bottiglia rotta un 38enne italiano, solito frequentatore dello scalo ferroviario.

Senza fissa dimora arrestato per tentato omicidio alla Stazione Termini

Non è mai stato un luogo “tranquillo”, ma negli ultimi tempi sta diventando sempre più pericoloso circolare nei pressi della stazione Termini di Roma. Dopo il ghanese che ha aggredito alcuni poliziotti con un coltello, prima di essere fermato da un colpo di pistola (leggi qui), e il 30enne nigeriano bloccato dopo aver dato in escandescenza all’interno di un bus, fermo in Piazza dei Cinquecento (leggi qui), un altro grave episodio è stato segnalato nel principale scalo ferroviario romano.

Forse una lite degenerata in violenza o un atto premeditato per precedenti dissapori, o ancora un gesto improvviso dettato dai fumi dell’alcool, sono stati i fattori alla base dell’aggressione avvenuta a Termini nelle prime ore del mattino del 7 luglio scorso e che ha visto protagonisti due senza fissa dimora italiani.

Il personale del Reparto Operativo di Roma Termini è intervenuto nei pressi delle biglietterie automatiche a seguito di una segnalazione da parte di una guardia giurata.

Quest’ultimo ha comunicato di aver visto poco prima un uomo aggredire e ferire, probabilmente con il collo di una bottiglia, un altro uomo lasciandolo riverso a terra. La vittima è un cittadino italiano di 38 anni, noto per essere un abituale frequentatore della stazione, ed è stato soccorso dal personale del 118, che lo ha trasportato per le cure del caso in ospedale.

Dalla ricostruzione dei fatti, che ha tenuto conto delle immagini delle telecamere di videosorveglianza e della deposizione della vittima, i poliziotti sono riusciti immediatamente a identificare il responsabile del reato.

Si tratta di un cittadino italiano di 37 anni, con numerosi precedenti di polizia, anch’egli senza fissa dimora.

Le tempestive indagini, attivate dal personale della Squadra di polizia Giudiziaria della Polfer, hanno consentito di rintracciare e sottoporre a fermo di indiziato di delitto il responsabile dell’aggressione per il reato di tentato omicidio. Per lui si sono aperti i cancelli del carcere di Regina Coeli.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.