Fiumi di droga dal Marocco: maxi operazione della Guardia di Finanza (VIDEO)

Sequestrati 3 chili di cocaina e 400 chili di hashish: la droga nascosta tra le cassette di frutta e verdura trasportate con i tir dalla Spagna all'Italia

guardia di finanza

Trasportavano quintali di droga dal Marocco all’Italia, attraverso la Spagna: per sfuggire ai controlli nascondevano i carichi di cocaina e hashish all’interno di cassette di frutta e verdura.

In una complessa operazione condotta dagli agenti del GICO della Guardia di Finanza questa mattina sono stati arrestati 14 narcotrafficanti.

GUARDA IL VIDEO:

Sequestrati 3 chili di cocaina e 400 chili di hashish: la droga nascosta nelle cassette di verdura

Secondo gli inquirenti l’organizzazione criminale era promossa e diretta da due calabresi. Il narcotraffico veniva gestito con l’aiuto di alcuni complici romani e di un vero e proprio “broker” del commercio internazionale di droga, un italiano spesso in trasferta in Spagna per curare gli approvvigionamenti di stupefacente.

Secondo la Procura di Roma i carichi di droga giungevano in Italia nascosti tra pallet di verdura, trasportati da tir – presso le sedi di due società romane operanti nel settore degli autotrasporti e del commercio di materiali edili. Stando alle indagini, i titolari mettevano a disposizione spazi e attrezzature per le operazioni di scarico.

La droga era poi custodita da altri complici in vari luoghi, che venivano periodicamente cambiati, quali garage e appartamenti in condomini residenziali, e nell’abitazione di un incensurato romano con un giardino e due cani pitbull a fare la guardia.

SEQUESTRATI 3 CHILI DI COCAINA

Durante l’operazione condotta dal GICO della Guardia di Finanza sono stati arrestati in flagranza di reato tre presunti narcotrafficanti. Sequestrati quasi 3 chili di cocaina, 400 chili di hashish e oltre 120 chili di marijuana, insieme a sofisticate attrezzature necessarie per allestire una serra indoor.

In un’occasione, nel tentativo di disfarsi della sostanza custodita in casa all’atto dell’intervento dei Finanzieri, la marijuana è stata gettata negli scarichi domestici, determinando l’ostruzione delle tubature di un intero palazzo. Dopo qualche ora, l’inquilino dell’appartamento sottostante ha contattato la caserma delle Fiamme Gialle per segnalare che dagli scarichi del proprio bagno fuoriusciva una strana sostanza verdastra.

Inoltre, le informazioni acquisite mediante le intercettazioni e i riscontri operati in loco dalla Guardia Civil spagnola – che ha fornito una preziosa collaborazione durante tutte le fasi investigative – hanno consentito di individuare e arrestare in Spagna un latitante italiano, successivamente estradato in Italia.

Dagli approfondimenti svolti, infine, è emerso che quattro degli arrestati percepivano il “reddito di cittadinanza”, motivo per cui saranno interessati gli uffici dell’I.N.P.S. per la sospensione della misura di sostegno economico.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Leggi anche: Incendio all’Eur, appartamento divorato dalle fiamme: morto un uomo, insieme al suo cane e al suo gatto

Incendio all’Eur, appartamento divorato dalle fiamme: morto un uomo, insieme al suo cane e al suo gatto