L’appello: “Aiutatemi a rintracciare l’auto pirata”

Due interventi di ricostruzione delle fratture multiple riportate nell’incidente causato da un’auto pirata, Federico Papagni lancia un appello per risalire all’auto pirata

Le condizioni in cui è stata ridotta l'Audi Q8 con l'impatto contro il pilastro di via dei Romagnoli

Tutta colpa di un’auto pirata che non ha rispettato lo stop. Con il conducente che è scappato invece di prestare soccorso, come prevede la legge.

E’ ancora convalescente, a letto, in attesa che si saldino le placche e i chiodi sistemati per ricomporre fratture ricomposte dopo due interventi chirurgici. Federico Papagni,  55 anni, è salvo solo grazie alla macchina sulla quale stava viaggiando, una robusta Audi Q8. Se quella mattina, il 31 dicembre scorso, avesse preso la sua macchina in uso per lavoro, una Smart, adesso non sarebbe qui a raccontarla. “Me la sono cavata con alcune fratture su una gamba e mi è andata davvero di lusso” racconta disteso sul letto di casa dove ha fatto rientro dopo aver affrontato due delicati interventi chirurgici ricostruttivi.

Fatica a parlare del drammatico incidente per il quale è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso del Grassi di Ostia e da lì in una clinica specializzata in chirurgia ortopedica. “Ho i ricordi confusi – dice – Un’auto mi ha tagliato la strada all’incrocio e io, per non travolgerla, ho sterzato andando a schiantarmi contro il pilone del viadotto”.

L’incidente si è verificato intorno alle 11,30 di giovedì 31 dicembre in via dei Romagnoli, all’incrocio con via Charles Lenormant. L’auto che non ha rispettato lo stop proveniva appunto da via Lenormant e si immetteva su via dei Romagnoli per dirigersi verso Acilia. L’automobilista non si è fermato neanche a prestare soccorso.  “Magari qualcuno ha visto cosa è successo e sa indicare le circostanze dell’incidente aiutando a individuare la vettura che si è allontanata – confida Papagni – Sarebbe un atto di giustizia riferire come sono andate le cose”.

Chiunque avesse informazioni utili può contattare Federico Papagni al numero telefonico 3483858290 oppure all’indirizzo email info@superlemark.it.

Auto pirata, causa incidente e scappa. Ferito il re dei supermercati